Attualità

Maxi cantiere in A7 dal 19 gennaio: traffico (di nuovo) a rischio paralisi

L'intervento ridurrà a una sola corsia il tratto compreso tra Genova Ovest e Bolzaneto per la sostituzione del guardrail. Ai mezzi pesanti consigliato di evitare il nodo genovese

Scatterà la notte tra il 18 e il 19 gennaio “l’ora X” per il traffico autostradale, con l’apertura di un cantiere in A7 che comporterà il restringimento a una sola corsia di un tratto di A7 per circa un mese.

Il tratto interessato è quello che va da Genova Ovest a Bolzaneto in direzione Milano: uno snodo fondamentale per il traffico privato e per i mezzi pesanti, dove i tecnici e gli operai di autostrade lavoreranno per la sostituzione di circa 200 metri di guardrail. E dopo i giorni da incubo trascorsi con la chiusura prolungata dei caselli di Pra' e di Pegli, il timore è che il nuovo anno inizi ancora una volta all'insegna del traffico e delle code chilometriche. 

Il cantiere, spiegano da Autostrade, interesserà infatti circa 600 metri della carreggiata con chiusura della corsia di sorpasso in un tratto privo di corsia di emergenza e, visto il tipo di lavorazione, lavorerà prevalentemente nelle ore diurne, su un orario esteso dalle 6 alle 22. La Direzione di Tronco, sulla base delle indicazioni pervenute nell’ambito del Comitato Operativo Viabilità, ha dato comunque disponibilità a richiedere al Comune di Genova il permesso per lavorare il più possibile anche in orario notturno, un’eventualità che deve comunque conciliarsi con le problematiche relative al rumore.

Autostrade ha anticipato che nel tentativo di alleggerire il traffico sia sull’autostrada sia in città ha previsto una serie di misure, tra cui l’installazione di segnaletica verticale specifica sui punti di deviazione e reindirizzamento e l’ausilio di personale su strada. Un mezzo di soccorso pesante verrà inoltre dedicato in modalità permanente al cantiere, per interventi tempestivi in caso di incidente o di necessità di rimozione di mezzi dalla carreggiata nel tratto. 

Cantiere A7, Pd attacca la giunta Toti. Giampedrone: «Protestate col vostro governo»

Le proteste e le polemiche non si sono fatte attendere. A livello politico, il Pd ha attaccato la giunta Toti sulla gestione di una situazione già molto complessa, provocando la replica dell'assessore regionale alle Infrastrutture, Giacomo Giampedrone, che ha invitato l'opposizione a «protestare coi loro rappresentanti a Roma», riferendosi al ministro delle Intrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli.

«La programmazione degli interventi infatti  è stilata a livello ministeriale: come già annunciato, sono previsti cantieri per i prossimi 10 anni sulle autostrade della Liguria, e la Regione non ha nessuna competenza su questo fronte. Da parte nostra, c’è il continuo tentativo di mitigare i disagi, come avvenuto nel Comitato operativo viabilità di questa mattina, in cui si è deciso di incrementare il più possibile le lavorazioni in orario notturno».

Chiusura A7, la viabilità alternativa

Per il traffico a lunga percorrenza proveniente da Ventimiglia e diretto verso Milano o verso Centro e Sud Italia, Autostrade suggerisce di evitare il nodo dell’A7 e di utilizzare l’itinerario alternativo A26, A21, A1

Per il traffico portuale in uscita le alternative individuate sono:

- Varco Derna, proseguimento su Via della Superba per allacciarsi alla A10 a Genova Aeroporto e proseguire su A26 se diretto a Nord; se diretto nelle località intermedie tra Bolzaneto e Ronco Scrivia proseguire per via Tea Benedetti in viabilità ordinaria e proseguire fino alla stazione di Genova Bolzaneto per il reingresso in A7 nord;

- Varco Etiopia, in uscita proseguirà su Via Milano per inversione in Via Pietro Chiesa e prosecuzione su Lungo Mare Canepa per le alternative già citate sopra.

Per il traffico pesante in uscita dal PSA di Pra’ e diretto a Nord o sin direzione Centro o Sud Italia il consiglio è di «evitare il nodo genovese, e di seguire l'itinerario alternativo percorrendo A26 – A21 – A1».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi cantiere in A7 dal 19 gennaio: traffico (di nuovo) a rischio paralisi

GenovaToday è in caricamento