Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Dal centro a Sestri, prosegue la “protesta delle chiavi” dei commercianti: «Le restituiamo»

L’iniziativa organizzata dal gruppo Commercio 3.0 si sta allargando sempre di più, in pochi giorni decine i titolari dei negozi che si si sono fatti immortalare mentre consegnano le chiavi

 

Via Sestri, via Galata, via San Vincenzo: si allarga a macchia d’olio la “protesta delle chiavi”, un’iniziativa nata dal gruppo Facebook “Commercio 3.0”, istituito prima dell’emergenza coronavirus per rafforzare il tessuto commerciale cittadino. E adesso che gran parte dei negozi sono chiusi, e altri sono riusciti ad alzare la saracinesca solo per un ridotto servizio di asporto, il gruppo si è trasformato in una piazza virtuale per la protesta.

A coordinare i commercianti è Fabrizio Paravidino, che nei giorni scorsi ha raccolto le tante adesioni dei colleghi alla protesta e si è poi presentato davanti ai vari esercizi commerciali raccogliendo le chiavi, consegnate simbolicamente dai titolari: «Il silenzio degli innocenti, se muore il commercio muore Genova», si legge nei cartelli retti da mani guantate, i visi dei commercianti coperti dalle mascherine. E nei video girati nelle varie vie c’è chi si rivolge direttamente al premier Giuseppe Conte, chi chiede aiuto alla Regione, chi si limita a un silenzio amaro.

«Abbiamo iniziato la raccolta delle chiavi - ha confermato Paravidino - ppena possibile le consegneremo in Regione con una lattera di accompagnamento con le nostre richieste, sperando che Toti ci riceva».

Potrebbe Interessarti

Torna su
GenovaToday è in caricamento