Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Buoni spesa: dalla consegna all’utilizzo, tutte le risposte. L’intervista

Sergio Gambino, consigliere delegato della Protezione Civile del Comune di Genova, risponde a tutti i dubbi sulla questione buoni alimentari

 

Partirà tra giovedì e venerdì a Genova la distribuzione dei buoni spesa alimentari da 100 euro riservati a chi è in difficoltà economica per colpa del coronavirus.

Concluse alla mezzanotte di lunedì le procedure per presentare la domanda, nelle prossime ore il sistema elaborerà i dati, cancellando le domande incomplete o errate e conteggiando il totale dei buoni richiesti, visto che ogni domanda poteva contenere la richiesta di un buono per ciascun membro della famiglia. A oggi la stima è che i fondi messi a disposizione dal governo, poco più di 3 milioni di euro, siano insufficienti a coprire tutte le domande arrivate, ma l’intenzione del Comune è di integrare con le donazioni private, che a lunedì ammontavano a circa 50mila euro.

I buoni verranno distribuito sulla base di una graduatoria nelle 24 sedi individuate su tutto il territorio cittadino: ogni beneficiario riceverà via mail o sms un appuntamento, a scaglioni di mezz'ora, e dovrà presentarsi puntuale con la propria penna e un documento di riconoscimento. La fascia oraria di distribuzione sarà dalle 8.30 alle 18.3, e in ogni punti di raccolta ci saranno cinque persone delle forze dell’ordine, tre fuori e due dentro, due volontari e un operatore dei servizi sociale.

Tutti riceveranno una comunicazione sull'esito della propria pratica. Restano attivi, fino alla fine della procedura di consegna, l'assistenza telefonica attraverso due numeri: il numero fisso 010.5574500 e il numero verde 800.583940. Ai centralini rispondono i dipendenti comunali e i volontari delle associazioni del terzo settore e del privato sociale.

A oggi i commercianti che hanno aderito al circuito per l’accettazione dei buoni (e su cui viene calcolata una commissione del 5%) sono 335, ma nei prossimi giorni potrebbero aumentare: abbiamo discusso di tutti i dubbi e le domande con il consigliere delegato alla Protezione Civile del Comune di Genova, Sergio Gambino.

Come donare 

Tutti coloro che volessero contribuire a integrare il fondo a disposizione per i buoni spesa possono farlo con le seguenti modalità:

Bonifico su conto corrente numero 000100880807

Causale: emergenza coronavirus: misure urgenti di solidarietà

Intestato a Comune di Genova, via Garibaldi 9, 16.124 Genova

UNiceredi Spa - Genova Tesoreria Comunale

ABI: 02008 - CAB 01459 - CIN T

IBAN IT08T0200801459000100880807

BIC UNCRITMM

PI e CF 00856930102

Potrebbe Interessarti

Torna su
GenovaToday è in caricamento