Calcio giovanile: rigore inesistente, calciatore lo sbaglia apposta

Bel gesto di fair play sul campo sportivo del Sorriso Francescano di via Trento durante una partita di calcio giovanile tra Sport Family e Ca' de Rissi

Un bel gesto di fair play è quello che arriva dal campo sportivo del Sorriso Francescano di via Trento durante una partita di calcio giovanile tra Sport Family e Ca' de Rissi. Durante il match, valido per il campionato Csi della leva 2004, l'arbitro ha concesso un rigore inesistente allo Sport Family. 

Sul dischetto si presenta il 15enne Andres che, dopo essersi consultato con l'allenatore Giorgio, decide di calciare fuori il pallone. L'arbitro fa ripetere l'esecuzione perché non aveva ancora fischiato e lui, per la seconda volta, calcia a lato. La partita, per la cronaca, è terminata con la vittoria 3-2 del Ca' de Rissi, ma mai come in questo caso possiamo dire che a vincere sia stato, davvero, lo sport.

A rendere merito al gesto dello Sport Family anche gli avversari del Ca' de Rissi, che hanno scritto: «Complimenti ad Andres del Coop. Sport Service Family che durante la partita contro i nostri ragazzi ha sbagliato volontariamente un rigore inesistente. Bravissimo!».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sestri: aperta la passerella, nuovo bus per l'aeroporto

  • Economia

    Classifica efficienza dei Comuni italiani, Genova arranca

  • Cronaca

    Centri storico, maxi blitz dei carabinieri contro lo spaccio: 6 arresti

  • Cronaca

    Morandi, prove di demolizione con esplosivo nella cava di Camaldoli

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Schianto in moto a Rivarolo, muore 25enne

  • Genoa: incubo retrocessione, tutti i calcoli per la salvezza

  • Costa Crociere assume, 300 posti disponibili a bordo: come partecipare alle selezioni

  • «Eroe, ci mancherai»: domani i funerali di Andrea. A Marassi serrande abbassate

  • Schianto a Rivarolo: choc per la morte di Andrea, si cerca ancora il ladro

Torna su
GenovaToday è in caricamento