Sampdoria-Varese, Garrone: «Ce la giochiamo»; Iachini ritrova Romero

Mercoledì 6 giugno 2012 allo stadio Ferraris si gioca la finale di andata del i play off di serie B fra Sampdoria e Varese. Iachini pensa di riconfermare la formazione vittoriosa contro il Sassuolo. Rientra dagli impegni con la sua nazione Sergio Romero

Genova - Tornare in serie A? «Ce la giochiamo». Così il vicepresidente vicario della Sampdoria Edoardo Garrone a due giorni dalla partita che vale una stagione: quella con il Varese, prima parte della finale di playoff che si giocherà al Ferraris mercoledì 6 giugno 2012.

«La retrocessione è stata in verità un colpo molto duro - ha detto Garrone -. Ci ha insegnato l'autocritica. Ma abbiamo lavorato molto e quindi - ribadisce - ce la giochiamo. E sono sicuro che con il Varese sarà una partita molto emozionante».

L'ultimo ticket da pagare per il ritorno in serie A è proprio questo. Liquidato il Sassuolo, e con lui le polemiche accese sull'arbitraggio e subito smorzate dallo stesso Edoardo Garrone, la Sampdoria si ritrova nel bunker del Mugnaini in attesa di affrontare i lombardi.

Iachini parlerà domani (oggi ndr.), intanto suona la carica ai suoi che devono scordarsi di mettere ancora una volta in scena la brutta ancorché fortunata prestazione del Braglia. Dunque, tutti sotto pressione visto che mercoledì al Ferraris di Genova si giocano i primi 90' che valgono l'intera stagione.

Per affrontare il Varese torna il portierone argentino Romero, reduce dalla vittoria con la sua Nazionale, ma per il resto contro la formazione di Maran dovrebbe venir confermata la Samp vista in campo sabato. Anche se Iachini non ne vuole sentir parlare, possibile la staffetta tra Juan Antonio e Foggia mentre si fanno gli scongiuri per favorire una pronta ripresa di Obiang che con il Sassuolo ha sofferto un trauma contusivo distorsivo a un ginocchio.

Eder, sulla cui giornata positiva per il 6 maggio spera mezza Genova, usa Twitter per comunicare entusiasmo scrivendo 'Vamos, adelante' che, per dirla con Iachini, significa 'testa bassa e pedalare'. In buona sostanza, al Ferraris la Sampdoria deve sperare di chiudere subito con una vittoria perché, in caso di pareggio all'andata e al ritorno e negli eventuali supplementari, la vittoria andrebbe al Varese per il miglior piazzamento in campionato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una partita che vale oro: da una parte i varesotti che, con il presidente Antonio Rosati, si sentono «intrusi» ma anche come «l'araba fenice». Dall'altra i genovesi che premono sull'acceleratore per poter tornare nella massima serie, foss'altro perche faticano a starsene tra le nobili decadute. «la squadra - ha detto Garrone - con Iachini ha ritrovato un assetto ideale e abbiamo lavorato molto per cercare di ricreare un ambiente positivo anche con i nostri tifosi che sono fondamentali». Resta da battere il Varese che pure non si fa spaventare dal blasone della Samp: «non ci spaventa nulla», ha detto Rosati, figuriamoci se li spaventa la serie A (Ansa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Genova, tutte le attività commerciali che sono aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus, 51 morti in un giorno. I casi positivi sono 2.329

  • Coronavirus, l'intuizione al Villa Scassi: apparecchiature da sub per testare l'efficacia dei ventilatori

Torna su
GenovaToday è in caricamento