Sassuolo Sampdoria 0-0 | Al Braglia vince l'equlibrio

Come era accaduto nel match di andata, termina con un pareggio la sfida tra le due formazioni. Partita piuttosto deludente, ma la Samp conquista un punto importante in virtù della sconfitta del Varese e si porta a -4 dai play off

Finisce a reti inviolate la sfida tra Sassuolo e Sampdoria: prestazione poco esaltante delle due formazioni e pareggio tutto sommato giusto. La squadra di Iachini conquista un punto importante e accorcia le distanze da sesto posto, in virtù della sconfitta odierna del Varese contro l'Empoli in attesa della partita del Brescia. Il Sassuolo invece conferma il proprio momento poco esaltante e ottiene il terzo 0-0 casalingo consecutivo. Per quanto visto oggi la formazione di Pea può ambire ai play off, la promozione diretta sembra affare di altri, Pescara e Torino in primis.

CRONACA DEL MATCH Iachini deve rinunciare a Obiang, fuori per problemi fisici: l'allenatore schiera così un centrocampo a 3 con Munari a destra, Renan centrale Laczko a sinistra e Foggia dietro le punte preferito a Juan Antonio.

Il primo tempo vive fasi alterne: nei 10 minuti iniziali molto bene la Samp, che si rende pericolosa con 3 buone azioni confezionate da Pozzi, Renan e Eder. Il Sassuolo è sorpreso dall’esuberanza blucerchiata e fatica un po’, ma con il passare dei minuti la squadra di Pea si riorganizza e prende campo: al 18 esimo bella azione corale degli emiliani conclusa da un bel tiro di esterno di Gazzola che termina di poco a lato, pochi minuti dopo ancora il centrocampista del Sassuolo spreca una palla gol calciando addosso a Romero. Scampati i pericoli la partita diventa bruttina, con le due formazioni imprecise nei passaggi e poco propositive in fase offensiva e il primo tempo, piuttosto deludente, si chiude a reti inviolate.

Nella ripresa il Sassuolo parte fortissimo: due occasioni in due minuti, la seconda clamorosa con Missirioli, il cui colpo ti testa ravvicinato sfiora il palo. L'esuberanza emiliana si spegne presto e la Samp torna ad avere il pallino del gioco, anche se raramente riesce ad affondare. Iachini prova a dare una scossa alla partita con le sostituzioni: dentro Pellè, all'esordio in casacca blucerchiata, e Juan Antonio al posto di Eder e Foggia. Anche Pea prova a ribaltare gli equilibri inserendo Boakye al posto di Cofie. Il giovane promettente di proprietà di Genoa e Juventus dimostra subito grande esuberanza e partecipa all'azione più importante del secondo tempo: al 39' Gazzola mette in mezzo da destra, Romero, contrastato proprio da Boakye, non trattiene, ma la conclusione di Sansone davanti alla porta è respinta miracolosamente dai difensori doriani, che salvano un gol fatto. 

Le due squadre provano il forcing finale ma nessuna delle due sembra avere la forza fisica e mentale per il colpaccio e la partita termina 0-0.

CHIAVE DEL MATCH Un punto tuttto sommato positivo per la Samp su un campo ostico. Ma il Sassuolo di questo periodo non è irresistibile, e la Samp con una maggiore cattiveria avrebbe potuto senza troppi problemi portare a casa 3 punti d'oro.

TABELLINO

SASSUOLO (3-5-2): Pomini; Consolini, Piccioni, Marzorati; Gazzola (dal 45′ st Donazzan), Cofie (dal 28′ st Boakye), Valeri, , Bianchi, Longhi; Missiroli, Sansone. All Pea

SAMPDORIA (4-3-1-2): Romero; Rossini, Gastaldello, Costa; Rispoli (dal 40 'st Semioli), Munari, Renan, Laczko; Foggia (dal 25′ st, Juan Antonio); Pozzi, Eder (dall'11 st, Pellè). All Iachini

Ammoniti Gasteldello, Munari. Espulso Iachini


 

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento