Samp, Iachini: «Sconfitta che brucia, ma ora pensiamo al Brescia»

L'allenatore blucerchiato mastica amaro dopo la sconfitta contro il Crotone ma invita l'ambiente a dimenticare in fretta la partita e a pensare alla prossima importantissima sfida play off contro il Brescia

Mister Iachini lo aveva detto nella conferenza stampa pre partita: «Contro il Crotone servirà una gara perfetta». Ma gara perfetta non è stata, e i blucerchiati hanno rimediato una sconfitta nell'ultimo minuto di recupero subendo un gol di testa dall'ex della partita Eramo.

La gara è cambiata dopo l'espulsione di Berardi, ma nel complesso la Samp ha giocato un brutto match e ha faticato più del previsto a imporre il proprio gioco, stretta dal costante pressing degli uomini di Drago e dalle iniziative dei pericolosi attaccanti calabresi.

«L’espulsione di Beradi è stato un episodio importante, perché ha cambiato l'inerzia della partita - ha dichiarato Beppe Iachini nel post partita-. Noi volevamo forzare nella seconda parte, ma purtroppo quest'espulsione ci ha costretti a tenere un atteggiamento diverso da quello che avevamo preventivato. In realtà, anche in dieci, non abbiamo subìto più di tanto e abbiamo creato i presupposti per passare in vantaggio, ma il Crotone ha fatto davvero una buona gara. Sicuramente è una sconfitta che brucia».

«Sapevamo di trovare un campo difficile - prosegue l'allenatore doriano -. Nei primi 20 minuti siamo partiti bene e abbiamo creato il nostro gioco, sfiorando il gol con Pellè. Poi, anche per merito del Crotone, non siamo stati così bravi a gestire il possesso-palla e a giocare con la giusta qualità e velocità. Nonostante ciò, la partita si stava incanalando verso certi binari e l'espulsione ha cambiato l'evolversi della gara. C'è rammarico perché stavamo tenendo abbastanza bene il campo e questo gol arrivato nei secondi finali da calcio piazzato lascia l'amaro in bocca».

«Contro una squadra veloce e rapida come il Crotone, dovevamo tenere maggiormente la palla e creare la superiorità numerica attraverso verticalizzazioni - conclude mister Iachini -. Di solito lo facciamo sia centralmente che in fascia, ma purtroppo abbiamo sbagliato qualche appoggio di troppo e questo ha fatto sì che non avessimo le geometrie giuste per creare qualcosa di più in fase offensiva. Detto questo, non resta che voltare immediatamente pagina e iniziare a pensare alla prossima gara interna col Brescia».

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Ladro entra in casa nella notte: 17enne difende la sorellina e lo mette in fuga

Torna su
GenovaToday è in caricamento