Sampdoria, Jankto allarmista: «15 positivi al Coronavirus», poi rettifica

Intervista preoccupante di Jankto ad un quotidiano ceco, secondo il centrocampista gli infetti in casa Samp sono almeno 15, ma arriva l'immediata rettifica

«Ero in contatto diretto con i compagni di squadra già trovati positivi. Quindici persone sono già state infettate nel club, ma potrebbe non essere più così, il numero potrebbe essere ancora più alto».

Queste le parole, tradotte, incriminate all'interno dell'intervista che il centrocampista della Sampdoria Jakub Jankto ha concesso a sport.cz, noto quotidiano di informazione sportiva ceco.

Il centrocampista parlerebbe di un numero di positivi al Covid-19 nettamente superiore rispetto a quello dichiarato. Quindici il numero secondo Jankto, 7 invece quelli confermati dalla Sampdoria (Gabbiadini, La Gumina, Ekdal, Thorsby, Depaoli, Bereszynski e il medico Baldari, già dimesso). Discorso diverso per Colley, dichiarato in un primo momento positivo, ma poi dimesso grazie alla negatività del secondo tampone.

«Ma mi sento bene e spero di non essere infetto. Sfortunatamente non sai il giorno o le ore ... Forse ho un virus in me e non lo so ancora. Cerco di non pensarci ... Posso solo seguire tutte le normative, l'igiene, ma niente di più. E sperando che io stia bene ...» il centrocampista non nega la possibilità di averlo contratto, ma confida nel rispetto di tutte le normative.

Poche ore dopo la pubblicazione dell'intervista, Jankto ha subito rettificato sostenendo che la traduzione dal ceco fosse molto approssimativa e che «nella squadra ci sono giocatori positivi al coronavirus ma non so in qualche numero».

Intanto la Sampdoria non sta ferma e ha raccolto tra club, staff degli allenatori e squadre oltre centomila euro da donare all'Ospedale San Martino per dare un aiuto nella lotta al coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus e affitto: cosa succede per inquilino e proprietario

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Coronavirus, lo studio del fisico: «A Genova morti 7-8 volte superiori ai dati ufficiali»

  • Invasione di formiche in casa: come combatterla con metodi naturali senza uscire di casa

  • Festa in casa tra ragazzi, per sfuggire al controllo minorenne rischia di precipitare dal balcone

Torna su
GenovaToday è in caricamento