Genoa: striscione "shock" contro Preziosi, alta tensione tra presidente e tifosi

Nell'intervallo di Genoa-Spal è apparso un nuovo, pesante, striscione di contestazione che è andato a colpire il patron rossoblù e la figlia Paola

Sale la tensione in casa Genoa tra i tifosi e il presidente Enrico Preziosi. Nell'intervallo di Genoa-Spal, match valido per la quindicesima giornata di Serie A, è apparso un nuovo, pesante, striscione di contestazione che è andato a colpire il patron rossoblù sul piano personale e non sportivo. 

"Enrico il Genoa, Paola i po....i. Famiglia Preziosi quanti quattrini" hanno scritto alcuni tifosi della Gradinata Nord su un grosso lenzuolo bianco citando, oltre al presidente, anche la figlia Paola, moglie del centrocampista Veloso, da tempo bersagliato dagli stessi tifosi proprio a causa del suo rapporto di parentela con Preziosi. Lo striscione è stato fatto rimuovere ritardando l'inizio del secondo tempo, poi Preziosi si è scagliato contro i tifosi dichiarando che sono necessari «Più controlli e che non è ammissibile che possano comparire striscioni con simili volgarità allo Stadio» e che parlerà con il ministro Salvini per impedire che situazioni del genere possano ripetersi. «Che mi contestino per le scelte sbagliate ci sta, lo capisco - ha concluso il presidente - . Che c'entra la mia famiglia? Che c'entra mia figlia Paola? È vergognoso. E penso che gli altri tifosi che pure mi criticano disapprovino queste cose».

E la tensione è salita anche sui social dopo che alcuni leader della tifoseria organizzata hanno pubblicato su Facebook alcuni audio di una telefonata che sarebbe avvenuta tra il presidente Preziosi e un tifoso che aveva pubblicato una lettera con accuse pesanti rivolte proprio al patron rossoblù. Secondo chi ha pubblicato gli audio Preziosi avrebbe minacciato il giovane tifoso intimandogli di ritrattare. Accuse rispedite al mittente dal presidente del Grifone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento