Genoa, la tifoseria del Napoli annuncia: «Rotto il gemellaggio»

Dopo 30 anni di amicizia sportiva la tifoseria del Napoli annuncia il "divorzio" da quella del Genoa attraverso un comunicato che spiega i motivi di questa decisione

Un punto per uno sul campo, ma fuori, sugli spalti, termina uno dei gemellaggi storici del calcio italiano. La tifoseria organizzata del Napoli ha diramato un comunicato nel quale rende noto la fine del rapporto di gemellaggio che da oltre 30 anni unisce i tifosi partenopei al Genoa.

I motivi del “divorzio” sono molteplici e vanno dai legami che lentamente si stavano affievolendo negli ultimi anni allo striscione mostrato dai rossoblù in ricordo di “Dede” il tifoso dell'Inter deceduto durante gli scontri a Milano in occasione del match coi napoletani.

Questo il comunicato dei tifosi partenopei:

«Sarebbe lungo ed inutile annoverare tutte le cause che hanno portato alla fine il rapporto stesso mal curato nel tempo e affidato esclusivamente ad amicizie personali, longeve vero, ma non trasferite ad un livello di gruppi ultras così come converrebbe. Tante sono le soluzioni che con il tempo sono scivolate un po’ di mano, tra le tante questa improvvisa quanto persistente solidarietà verso una tifoseria che ci ha teso un vile agguato senza nemmeno farsi carico di chiedere come stessero i ragazzi gemellati coinvolti negli scontri. Non condividiamo questa linea di tendere mani ed abbracciare compagini nemiche colpevoli di aver tolto la vita a dei nostri fratelli di viaggio. La nostra coerenza ci impone di restare così come siamo sempre stati, solidali certo, ma senza mai oltrepassare quella linea sottile di confine. Senza sfociare in uno stucchevole buonismo che non onora il nostro essere».

«Abbiamo avuto cura di restiture in casa la stessa indifferenza ricevuta nel match di andata, poiché non ci sarebbe piaciuto fare i gradassi al San Paolo. Pertanto al di là di ogni singola perplessità, gli ultras di Napoli delle due curve comunicano ufficialmente rotto il vecchio rapporto con i genoani in piedi da anni. Consci delle amicizie personali costruite da singole persone negli anni tra le due città, ribadiamo che la sopracitata decisione riguarda esclusivamente noiUltras, non ricadendo mai su tutto il resto. Con un grosso dispiacere nell’animo di ognuno di noi, il nostro essere fieri e coerenti ci ha imposto questa scelta oramai non più rimandabile».

Dopo una giornata di silenzio da parte della tifoseria organizzata rossoblù è arrivata l'ufficialità dei tifosi rossoblù attraverso un comunicato: 

COMUNICATO UFFICIALE
Ultrà Genoa CFC 1893

Oggetto: Comunicato Curva A - Curva B Napoli
9 Aprile 2019

Verificata l’autenticità del comunicato in oggetto, prendiamo atto del suo contenuto.
Il gemellaggio è finito.

ONORE A TUTTI GLI ULTRAS SCOMPARSI

Via Armenia 5r
Brigata Speloncia 2003
Levante Rossoblu
Up the Scarves
Banda Matuzalem
Ringhiera Ostile
GAV 2003
Old Block

Potrebbe interessarti

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Spaccia in centro storico, Cassazione annulla arresto: «Vicoli hanno aiutato la polizia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento