Genoa: caso Jagiello, Preziosi non ci sta e fa ricorso

Continua la querelle Jagiello con il Genoa che presenta ricorso in seguito alla decisione della Fifa che aveva condannato il club rossoblù per non aver pagato il centrocampista polacco allo Zaglebie Lubin

Continua la querelle Filip Jagiello in casa Genoa. La società rossoblù, in attesa del protocollo sanitario per prendere una linea chiara riguardo al ritorno in campo, continua a restare impegnata nelle vicende extra calcistiche, in particolar modo in quella che riguarda l'ex centrocampista dello Zaglebie Lubin.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come noto la società polacca ha vinto un contenzioso per il mancato pagamento del giocatore che avrebbe portato nelle casse del club 800 mila euro (300 entro fine aprile e 500 il prossimo agosto), ma stando alle parole della Gazzetta dello Sport, Enrico Preziosi non si sarebbe arreso impugnando la sentenza e decidendo a quel punto di presentare ricorso alla Corte di Arbitrato per lo Sport (Cas), adducendo fra le motivazioni anche il fatto di avere ricevuto tardivamente il dispositivo finale, a causa di un inverosimile errore della Fifa: l’atto, infatti, è stato trasmesso ad un altro club straniero, anziché al Genoa. Si attende ora la decisione del Cas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Trovato morto sulle alture di Sestri Ponente, lutto per Giuseppe Terramagra

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

  • Coronavirus, Bassetti: «Il virus sembra avere perso forza, basta con il bollettino delle 18»

Torna su
GenovaToday è in caricamento