← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Chiama la Guardia medica, risposta: «Vada domani in ospedale»

· Prà

Quanto segue mi è capitato sabato notte con la Guardia Medica. È da martedì scorso che ho febbre, dovuta all’influenza che è in giro in questo periodo. Dopo qualche giorno l’infiammazione ha cominciato a interessare entrambe le orecchie, tappandole e facendole dolorare molto.

Sabato notte verso le 3 non facendocela più ho chiamato la Guardia Medica e mi sono fatto passare il medico. Ho chiesto di essere visitato in quanto oltre alla febbre e al dolore insopportabile ho evidenziato che nel 2010 da uno stato simile la situazione era degenerata pericolosamente tanto è vero che sono stato operato d’urgenza di otomastodontite acuta con rischio di meningite.

Mi è stato risposto dal medico che non poteva venire perché non aveva a disposizione lo strumento per visitare le orecchie (che non è più grande di una posata) e mi ha suggerito di aspettare fino alle 8 (quando sarebbe arrivato un otorino) e andare al pronto soccorso e così sono stato costretto a fare. Giudicate voi, ma io ritengo ciò allucinante.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Luisa
    Luisa

    Stamattina ho dovuto chiamre la guardia medica per un mio amico che non stava bene e mi dicono che mi mandano la guardia medica in giornata?? lui sta male e ho dovuto chiamare l'ambulanza.  E non solo dopo due ore mi richiama e le dico che ho dovuto chiamare l'ambulanza e lei si incazza perchè è maleducazione e c'è gente più grave??? roba da matti

  • Assurdo!!!!! Non comment é un po’ come come adesso quando una persona si sente male chiama il 112 mille domande, poi passano al 118 e di nuovo anche lì mille domande... è successo anche a me, in un incidente stradale una persona fa tempo a morire.

Segnalazioni popolari

  • Segnalazioni

    «A Genova il benvenuto ai turisti è con gli schiaffi»

  • Segnalazioni

    L'appello di una figlia: «Mio padre è scomparso»

  • Segnalazioni

    Tre tir in sopraelevata, uno davanti all'altro

Torna su
GenovaToday è in caricamento