La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

Secondo antiche storie popolari, le streghe si radunavano nell'entroterra per scambiarsi segreti, formule, consigli e antichi riti come la perlengoeia

Si narra, secondo antiche leggende, che l'entroterra della Liguria fosse un luogo particolarmente adatto - con i suoi boschi e le sue località isolate - ai raduni delle streghe, che si riunivano di notte, specie con la luna piena, per lanciare i loro incantesimi e ballare intorno al fuoco nell'ambito dei famosi sabba che si svolgevano soprattutto durante la notte di San Giovanni.

Uno di questi luoghi si trova poco lontano da Mignanego, nella frazione di Montanesi, per la precisione nella piccola contrada di Canà. Ma anche Savignone era famosa. In questi luoghi, si diceva, si radunavano le streghe per scambiarsi segreti, consigli, e le ricette delle famose "pozioni" con cui poi curare i malanni, o con cui attirare fortuna o malasorte, un po' come se fossero veri e propri convegni. 

Alcuni di questi riti, come la perlengoeia, magia naturale, vengono ancora praticati dai più superstiziosi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Allerta meteo rossa tra domenica sera e lunedì: scuole chiuse, le previsioni del tempo

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse nei municipi Ponente e Medio Ponente, allagamenti nella notte e caos viabilità

  • Meteo: fine settimana di maltempo, allerta su tutta la Liguria

  • Incidente al casello, un morto

  • Ferrari si schianta in autostrada, ferito il guidatore

Torna su
GenovaToday è in caricamento