Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

"È qualcosa d'indiscutibilmente bello, grandioso, caratteristico - ha scritto il compositore - Parigi e Londra al confronto con questa divina città scompaiono"

Come molti personaggi della sua epoca, anche il compositore, drammaturgo e saggista tedesco Richard Wagner, passò un periodo della sua vita in Italia. E, in particolare, a Genova.

Ma cosa pensava, il compositore di brani immortali come la Cavalcata delle Valchirie, della Superba?

Lo si intuisce se si legge una sua lettera risalente al settembre 1853: "Ah Mimuccia! Mimuccia! Non ho mai visto nulla come questa Genova! È qualcosa d'indiscutibilmente bello, grandioso, caratteristico: Parigi e Londra al confronto con questa divina città scompaiono come semplice agglomeramento di case e di strade senza alcuna forma. Davvero non saprei dove cominciare per darti l'impressione che mi ha fatto e continua a farmi: ho riso come un fanciullo e non potevo nascondere la mia gioia! Tutti debbono vedere Genova!"

Proprio in Italia, tra l'altro, Wagner trovò ispirazione per il preludio musicale de L'oro del Reno. E dove? Naturalmente, poco dopo lo sbarco dalla nave che lo portò da Genova a La Spezia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito da un'auto mentre cammina in Sopraelevata: morto sul colpo

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Tragedia a Rapallo, 32enne trovato morto per strada

  • Meteo, perturbazione in arrivo sulla Liguria

  • Sorpassa una volante dei carabinieri e li insulta

  • Acquario, morta la cucciola di lamantino

Torna su
GenovaToday è in caricamento