Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

Entrambi i modi di dire vengono utilizzati per descrivere posti molto lontani

Quando un luogo è davvero molto lontano, si dice che è "a casa del diavolo".

E anche a Genova esiste un modo di dire molto simile: la traduzione in dialetto è esattamente "ca do diao".

Ma esiste anche un'altra variante in genovese: anziché casa del diavolo, un posto molto lontano, complicato da trovare e magari anche abbandonato, insomma, "impestato", diventa "ca da pèsta", cioè casa della peste, difficile e sgradevole da raggiungere proprio come un lazzaretto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento