Cosa deve fare "chi veu vedde ûn cattïo"?

È uno dei proverbi popolari della Liguria, una "perla di saggezza" conosciuta a livello universale

Cosa deve fare chi vuol vedere un cattivo?

A venirci incontro - per risolvere questo simpatico dilemma - è un proverbio popolare ligure, declinato poi anche in altri dialetti, una "perla di saggezza" riconosciuta a livello universale. È infatti risaputo che non esiste peggior cattivo di un buono che, in seguito a una forte delusione o a un tradimento, diventa cattivo. E infatti il proverbio genovese dice:

Chi veu vedde ûn cattïo, fasse arraggiâ ûn bon.

Ovvero, tradotto, chi vuol vedere un cattivo, faccia arrabbiare un buono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olga, dall'Uzbekistan a Genova per aprire la prima "sfuseria" dei vicoli

  • Due trattorie di Genova tra le migliori in Italia, secondo la classifica di "Repubblica Sapori"

  • Nuovo ponte: ecco come verrà sollevata la maxi campata

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

  • Evasore totale affitta villa extra-lusso su Airbnb, scatta il sequestro

Torna su
GenovaToday è in caricamento