Compiti per le vacanze, che guastafeste: come farli in poco tempo

Basta sapersi organizzare e non ridursi all'ultimo momento arrivando all'inizio della scuola già affaticati

Compiti per le vacanze, come affrontarli

"L'estate e la libertà" canta Jovanotti. Vero, ma mica poi tanto. Lo sanno bene gli studenti che nei tre mesi di break devono trovare anche il tempo per fare i tanto temuti - e molesti - compiti per le vacanze. Una vera rogna, ma indispensabili per mantenersi in allenamento e non arrivare a settembre totalmente impreparati. Niente panico, solo una parola d'ordine: organizzazione.

Pianificare è fondamentale, magari facendo un vero e proprio planning, per non ridursi all'ultimo momento e smaltire le pile di libri ed esercizi senza nemmeno accorgersene (o quasi). Ecco qualche piccola strategia.

Iniziare dalle materie preferite

Il segreto è partire morbidi, iniziando dalle materie preferite. Dopo un anno di fatiche sarà più semplice continuare a stare sul pezzo se davanti c'è qualcosa di semplice, rimandando le "bestie nere" a quando si è più mentalmente più riposati.

Fare un planning

Così come gli insegnanti fanno il programma per l'anno scolastico, è utile per ogni studente fare quello per le vacanze estive. Dividere le materie facili da quelle difficili, come abbiamo detto, può essere importante, ma fondamentale è anche calendarizzare le pagine da studiare durante la giornata. Pianificando tutto nei minimi dettagli non si avranno brutte sorprese, riuscendo a dedicare molto tempo anche a allo svago.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riunirsi con i compagni

Studiare insieme è sempre utile, d'estate può esserlo ancora di più. Ritrovarsi un paio di volte con i compagni, compatibilmente con le partenze di ciascuno, significa aiutarsi a vicenda nelle materie più ostiche, magari dividendosi i compiti e spiegandosi cosa non si è capito. Un mutuo soccorso vantaggioso e anche divertente.

Rapporti tra genitori e insegnanti: perché è importante non farsi la guerra

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Spesa da 150 euro all'Ipercoop, ma cerca di uscire pagandone solo 10

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

Torna su
GenovaToday è in caricamento