Villa Gentile, Bernini: «Possibile che la concessione sia revocata»

«Gli accordi di concessione non prevedevano tutti gli interventi che poi si sono rivelati necessari; ciò comporta che la questione sia ridefinita con urgenza, ma è possibile che la concessione sia revocata». Così il vice sindaco in consiglio comunale

Come di consueto il consiglio comunale di ieri è iniziato con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

L'ultima interrogazione in chiusura del question time è stata di Stefano De Pietro (M5s), che ha chiesto informazioni sul progetto di recupero e manutenzione di Villa Gentile e sul costo di 1,50 euro per accedere all'impianto, come si evince dal cartello posto all'ingresso.

Per la giunta è intervenuto il vice sindaco Stefano Bernini: «Era prevista la fissazione di una tariffa per l'utilizzo degli impianti, ovviamente da parte degli atleti e non degli spettatori. In alcune manifestazioni c'è un biglietto d'ingresso per gli spettatori che è richiesto dalle federazioni sportive. Il cartello conteneva un errore materiale ed è stato già sostituito: adesso riporta la tariffa di 1,05 euro, che è inferiore al tetto previsto».

«Gli accordi di concessione - ha concluso Bernini - non prevedevano tutti gli interventi che poi si sono rivelati necessari; ciò comporta che la questione sia ridefinita con urgenza, ma è possibile che la concessione sia revocata».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Coronavirus, le disposizioni di Trenitalia: «Rimborso in bonus a chi rinuncia al viaggio»

Torna su
GenovaToday è in caricamento