Villa Donghi, ipotesi residenza per disabili

«Ho ricevuto proposte di soggetti che vogliono adibire la struttura a residenza per disabili; valuteremo la manifestazione di interesse e, se la riterremo valida, faremo regolare procedura di gara». Così l'assessore Piciocchi

Come di consueto la seduta del Consiglio comunale di ieri è iniziata con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Franco De Benedictis (Noi con l'Italia) ha sollevato la questione dell'estremo degrado di Villa Donghi, di proprietà comunale, situata in salita superiore della Noce a San Martino. «Dopo i crolli con relativi blocchi del traffico e deviazioni in via Lagustena, quali sono i piani di recupero dell’edificio?».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica dell'assessore Pietro Piciocchi: «Abbiamo presente il problema, la precedente amministrazione ha cercato più volte di cedere il complesso, ma le gare sono andate deserte. Ho ricevuto proposte di soggetti che vogliono adibire la struttura a residenza per disabili; valuteremo la manifestazione di interesse e, se la riterremo valida, faremo regolare procedura di gara».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus: i casi positivi sono 2.758, oltre 1.300 i ricoverati

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • «Pizze gratis a chi non può comprarsi da mangiare», l'iniziativa solidale della pizzeria di Struppa

  • Passeggiate con i bimbi, è polemica. Il post del medico fa il giro del web: «Ecco perché è meglio di no»

Torna su
GenovaToday è in caricamento