Villa Donghi, ipotesi residenza per disabili

«Ho ricevuto proposte di soggetti che vogliono adibire la struttura a residenza per disabili; valuteremo la manifestazione di interesse e, se la riterremo valida, faremo regolare procedura di gara». Così l'assessore Piciocchi

Come di consueto la seduta del Consiglio comunale di ieri è iniziata con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata.

Franco De Benedictis (Noi con l'Italia) ha sollevato la questione dell'estremo degrado di Villa Donghi, di proprietà comunale, situata in salita superiore della Noce a San Martino. «Dopo i crolli con relativi blocchi del traffico e deviazioni in via Lagustena, quali sono i piani di recupero dell’edificio?».

La replica dell'assessore Pietro Piciocchi: «Abbiamo presente il problema, la precedente amministrazione ha cercato più volte di cedere il complesso, ma le gare sono andate deserte. Ho ricevuto proposte di soggetti che vogliono adibire la struttura a residenza per disabili; valuteremo la manifestazione di interesse e, se la riterremo valida, faremo regolare procedura di gara».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Allerta meteo rossa tra domenica sera e lunedì: scuole chiuse, le previsioni del tempo

  • Allerta rossa, Limet: «È come se la Liguria fosse sommersa di benzina. Finchè qualcuno non spara il colpo»

  • Meteo: fine settimana di maltempo, allerta su tutta la Liguria

  • Maltempo, breve tregua prima della nuova "ondata": ecco cosa aspettarsi

  • Quarto, furgone esce di strada e finisce sugli scogli

Torna su
GenovaToday è in caricamento