Caditoie, creuze e discariche abusive: da Tursi 1,7 milioni per la manutenzione

La giunta ha stanziato nuovi fondi destinati ad Amiu per la bonifica di creuze e caditoie e la riqualificazione del centro cittadino

Tursi in campo per provvedere alla pulizia e al mantenimento della città: la giunta ha stanziato 1 milione e 700 mila euro per una serie di interventi straordinari affidati ad Amiu, che nei prossimi mesi si occuperà di pulire creuze e caditoie, bonificare le discariche abusive sparse sul territorio e riqualificare alcune zone del centro cittadino abbandonate al degrado.

Ad annunciarlo sono stati l’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Crivello, e il collega delegato all’Ambiente, Italo Porcile, durante una conferenza stampa in cui hanno rinnovato l’impegno della giunta per la manutenzione, ordinaria e straordinaria, della città: “Per noi è una priorità, che molto spesso si scontra co la rigidità del bilancio”, ha spiegato Crivello, ricordando la decisione da parte di Tursi di contrarre un mutuo proprio per far fronte alle emergenze, evidenti soprattutto in seguito agli venti alluvionali dello scorso autunno: «Questo programma straordinario si aggiunge a una serie di lavori che il Comune sta portando avanti e in molti casi ha ultimato. Ci rendiamo conto che c’è ancora molto da fare, ma il nostro impegno è massimo, soprattutto per quelle aree su cui è necessario intervenire per mitigare i rischi derivanti dagli eventi atmosferici».

Tra i lavori quasi ultimati, l’asfaltatura di 40 su 100 km di strade e la pulizia e la rimozione dei detriti nell’80% dei rivi, per un totale di circa 25mila mila metri cubi di materiale asportato e gli interventi di potatura, mentre gli uomini di Aster sono ancora al lavoro per la riqualificazione di via De Nicolay a Pegli, di corso Torino e di via Balleydier a Sampierdarena, mentre è stato recentemente approvato il progetto integrato di Mura delle Cappuccine, a Carignano, che prevede una risistemazione generale dell’area, dalla pavimentazione al verde. Tutti obiettivi che Tursi spera di raggiungere nel più breve tempo possibile,  cui nei prossimo mesi contribuirà al raggiungimento anche Amiu grazie allo stanziamento dei nuovi fondi.

In particolare, l’amministrazione ha individuato come aree di intervento quelle a maggiore rischio dal punto di vista idrogeologico tra cui via Trensasco e via Poligio di Quezzi, bacini del torrente Bisagno, via Loria, via Inferiore Porcile , via Montefasce e via Società Ottava Casa, bacino del torrente Chiaravagna. Gli uomini di Amiu si occuperanno inoltre di bonificare le zone in cui sono presenti discariche abusive, di pulire le caditoie e le creuze da rifiuti e detriti e di riqualificare la zona di piazza Caricamento e il sito archeologico dei Giardini Luzzati e di piazza delle Erbe, oltre a bonificare il sottopasso Cadorna: «Teniamo a sottolineare l’impegno che questa giunta, insieme con i Municipi, ha investito nella manutenzione - ha commentato l’assessore Porcile - Oggi ci impegniamo formalmente a portare a termini gli interventi annunciati, ma si tratta soltanto di una fetta di quelli necessari, che attueremo in futuro usando altre risorse».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olga, dall'Uzbekistan a Genova per aprire la prima "sfuseria" dei vicoli

  • Nuovo ponte: ecco come verrà sollevata la maxi campata

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Scantinato strapieno di piante di marijuana, la polizia cerca padre e figlio

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

  • Evasore totale affitta villa extra-lusso su Airbnb, scatta il sequestro

Torna su
GenovaToday è in caricamento