Treni e ritardi, scoppia il caos anche in Regione

Botta e risposta tra i tra i consiglieri regionali del Partito Democratico Raffaella Paita e Giovanni Lunardon e l'assessore ai trasporti Gianni Berrino

Botta e risposta sul caos treni in piena stagione turistica tra i consiglieri regionali del Partito Democratico Raffaella Paita e Giovanni Lunardon e l'assessore ai trasporti Gianni Berrino.

Il Pd attacca: «Sistema ferroviario al collasso, colpa della Regione»

I consiglieri del Pd hanno attaccato la giunta regionale attraverso un comunicato: «Ritardi record e cancellazioni: è questa la situazione in cui versa il sistema ferroviario ligure in piena stagione turistica. Un caos generalizzato, che unifica tutta la Liguria da Ventimiglia al Levante, passando per la famigerata Genova-Milano, dove ormai i disservizi non si contano più, con buona pace del treno veloce di Toti a cui non crede più nessuno. E così, mentre la Giunta regionale vanta i risultati mirabolanti e assai discutibili del red carpet sul piano del marketing, il sistema ferroviario della Liguria finisce al collasso. Un pessimo biglietto da visita per chi viene a passare le vacanze nel nostro territorio, di fronte al quale la Regione non può più sottrarsi. D’altra parte ciò che sta accedendo nel ponente ligure con i bus sostitutivi che non aspettano nemmeno l’arrivo dei viaggiatori, i ritardi record sulla Genova-Milano e i cronici problemi della linea che collega il capoluogo ligure ad Acqui Terme dove ogni anno si riprestano le medesime criticità, parlano chiaro. E vanno subito risolti. A questo proposito chiediamo due cose ben precise alla maggioranza. Prima di tutto l’assessore Berrino venga immediatamente in Commissione a riferire sulle azioni che intende mettere in campo con Trenitalia per risolvere questi problemi. Il Pd è di disponibile a dare una mano.
In secondo luogo chiederemo nuovamente all’assessore di convocare un tavolo con le associazioni dei consumatori, gli ambientalisti e i sindacati per far sì che il nuovo contratto con Trenitalia metta al centro la qualità del servizio, la riduzione dei tempi di percorrenza, l’integrazione tariffaria e modale ferro-gomma e gli investimenti nei tratti più critici della rete».

La replica dell'assessore Berrino: «Il Pd viaggia a scoppio ritardato»

Pronta la risposta di Berrino che contrattacca: «È già partita, come anticipato ad alcuni organi di stampa, dai miei uffici una richiesta di incontro per avere chiarimenti da parte di Trenitalia e Rfi in merito ai disservizi che abbiamo registrato negli ultimi giorni. Il Pd viaggia a scoppio ritardato, ma sarò lieto di illustrare i dettagli della situazione, nella commissione competente, anche se non so proprio quale contributo positivo potrebbe arrivare da un partito che, dopo aver governato per 10 anni la nostra regione, non mi risulta abbia saputo trovare formule innovative per l’efficientamento del servizio ferroviario e neppure portare alla definizione di un nuovo contratto con Trenitalia. Ricordo che – conclude l'assessore Berrino – il tavolo con pendolari e associazioni esiste già, istituito per la prima volta dalla presente giunta, e che il confronto con il territorio è costante. Inoltre, pur non essendo di nostra diretta competenza, la Regione non ha mai mancato di richiamare l’attenzione di Trenitalia sugli Ic, di cui ben comprendiamo l’importanza per i pendolari che lavorano a Milano».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assoutenti: «Unità per togliere Genova dall'isolamento»

Sul caso è intervenuto anche Assoutenti Liguria: «Assoutenti e GenovaMilanoNewsletter ringraziano l'Assessore ai Trasporti di regione Liguria Berrino per l'attenzione ai gravi problemi della linea Genova- Milano denunciati quotidianamente dalle centinaia di pendolari liguri diretti quotidianamente a Milano. Un peggioramento prestazionale del 23% rispetto al 2016 prodotto da una infrastruttura a pezzi e da materiale rotabile degli Ic ultra quarantennale.  La piena sinergia fra Associazioni di rappresentanza dei pendolari e degli utenti e Regione consentirà il prossimo 4 agosto un serrato confronto con Trenitalia e Rfi che saranno chiamate a fornire elementi concreti per uscirà dal tunnel di ritardi e servizi carenti. Assoutenti e GenovaMilanoNewsletter ringraziano anche i consiglieri regionali di parecchi gruppi di maggioranza e di opposizione e alcuni Parlamentari liguri che hanno manifestato solidarietà ai disagi patiti dai pendolari e daranno vita a interrogazioni parlamentari al Governo. Solo l'unità fra tutti i liguri potrà togliere Genova dall'isolamento. Isolamento che il solo terzo valico senza quadruplicamento Milano-Pavia e la velocizzazione a 200 km/h della Pavia-tortona non potrà assolutamente garantire in termini di taglio di tempi di percorrenza».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • A settembre su Sky la serie con Paola Cortellesi, ambientata a Genova

  • Ritrovato dopo otto anni un giovane scomparso da Roma

Torna su
GenovaToday è in caricamento