Gli auguri di Natale del governatore Toti: «Il 2019 anno di rinascita»

Il commissario per l'emergenza si dice soddisfatto del modo in cui la città e la Regione hanno reagito dopo il crollo del Morandi: «Abbiamo fatto tutto quello che potevamo»

«Ci sono ancora tante cose da fare, ma andiamo in pausa natalizia, il 25 e 26 dicembre, con la serenità di chi fino all’ultimo ha fatto tutto ciò che era possibile». Così il presidente della Regione (e commissario per l’emergenza del ponte Morandi) ha salutato i cronisti durante il tradizionale appuntamento con la stampa in occasione delle feste.

Toti ha ricordato quanto fatto sino a oggi per gestire l’emergenza del Morandi, citando «i decreti attuativi i del decreto Genova firmati l’altro ieri con il sindaco Marco Bucci. Il ponte è strato appaltato - proseguito - La zona franca urbana è stata delimitata, la cassa integrazione in deroga scatterà nei primi giorni del 2019, retroattivamente così come prevede la legge, la zona dei risarcimenti è stata delimitata, i cantieri sulla viabilità continuano ad andare avanti, siamo contenti di avere mantenuto le promesse, quindi ce ne andiamo in vacanza per due giorni consapevoli che i nostri doveri sono compiuti».

«Credo che per Genova e la Liguria sarà un Natale di speranza - ha aggiunto Toti - Lo sono tutti, ma questo per noi lo è un pò di più, nella consapevolezza che la reazione del territorio al crollo del ponte Morandi è stata efficace e tenace».

«La città e la Regione hanno reagito bene - ha confermato ancora il governatore ligure - Non credo si ricordi a memoria di crisi italiane una Regione e una città che hanno saputo ridare in trenta giorni le case a tutti gli sfollati, riaprire intere strade in quaranta giorni, ridare la viabilità a un’intera valle. Sarà un Natale anche di allegria con il tunnel di luci più lungo d’Europa nel centro di Genova che collega i quartieri colpiti dalla tragedia al centro della città. E il 2019 sarà un anno di rinascita e ripartenza. Oggi le famiglie degli sfollati hanno avuto tutte i propri immobili acquisiti dallo Stato grazie al Decreto Genova, tecnicamente gli sfollati non esistono più. Sono stati quattro mesi in cui la città e la Regione hanno reagito in modo straordinariamente efficace in tutte le componenti sociali».

A margine dell'incontro in Regione, Toti si è quindi spostato all'Istituto Brignole per i tradizionali auguri a nome delle istituzioni.

Potrebbe interessarti

  • "Maniman", una parola genovese utilizzatissima: ma cosa vuol dire?

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • La "graziosa" con gli occhi grandi color di foglia di De André è esistita davvero

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Staglieno, operata la 45enne sopravvissuta

  • Tragico schianto a Dinegro, morto automobilista

  • Schianto a Genova Est, muore motociclista 25enne

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • Schianto a Staglieno: morto un uomo, una donna gravissima

  • Da Castelletto a Sampierdarena, ciak si gira per Alessandro Preziosi

Torna su
GenovaToday è in caricamento