Anzalone risponde a Pastorino sulla cessione dello stadio

Precisazioni alla nota diffusa dal'Onorevole Luca Pastorino sul futuro dello stadio “Luigi Ferraris”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

In merito alla nota divulgata dal deputato Luca Pastorino sulle dichiarazioni rilasciate dal consigliere delegato allo Sport Stefano Anzalone sul futuro dello stadio “Luigi Ferraris”, il consigliere Anzalone precisa «come nell'articolo a cui l'onorevole Pastorino fa riferimento, venga ricostruito l'iter reale con il quale l'attuale amministrazione comunale sta procedendo e dovrà procedere per una eventuale cessione dello stadio di Marassi».

«È evidente che Pastorino non ha letto con attenzione quanto riportato nell'articolo che riporta quanto il Comune di Genova dovrà fare se intenzionato a mettere in vendita la struttura - continua Anzalone -. Alla richiesta del giornalista che mi chiedeva se vi fosse qualcuno interessato all'operazione, ho detto che esiste una società che ha espresso volontà e disponibilità all'acquisizione della struttura e che ho incontrato, come incontrerei qualsiasi realtà imprenditoriale che avesse interesse a investire nell'ambito sportivo a Genova. Ringrazio l'onorevole Pastorino per avermi paragonato a Mino Raiola, il numero uno dei procuratori di giocatori di calcio. Ma non mi monto la testa: la mia volontà non è quella di essere un numero uno, ma di cercare di fare l'interesse della città facendo in modo che dalla futura vendita dello stadio il Comune possa realizzare il massimo».

Torna su
GenovaToday è in caricamento