Regionali, Alice Salvatore è la candidata per il M5S

La 32enne genovese, già in corsa alle Europee, è stata eletta dagli iscritti liguri del Movimento con 469 voti

Il Movimento 5 Stelle ha scelto la candidata che a maggio scenderà in campo per la corsa al posto di governatore della Liguria alle Regionali: sarà Alice Salvatore, genovese di 32anni che già in passato era stata candidata alle elezioni europee.

Il verdetto è arrivato alle 19 di mercoledì 28 gennaio, dopo il voto online degli iscritti liguri al Movimento, ed è stato pubblicato sul blog del leader Beppe Grillo. La Salvator, laureata in Lingue e Letterature Straniere e di professione insegnante, ha totalizzato 469 voti battendo così gli altri candidati in lizza.

Tra gli obiettivi da perseguire in caso di vittoria, la Salvatore ha inserito l’immediata prevenzione contro il dissesto idrogeologico, la bonifica di terreni e lidi contaminati, la lotta ai rifiuti e alle mafie e particolare attenzione alla salute e al trasporto pubblici, al turismo e alle attività portuali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento, oltre alla Salvatore, in lizza per la poltrona di presidente della Regione ci sono la candidata del Pd Raffaella Paita, Federico Garaventa per il Centrodestra ed Edoardo Rixi per la Lega Nord.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus: i casi positivi sono 2.758, oltre 1.300 i ricoverati

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • «Pizze gratis a chi non può comprarsi da mangiare», l'iniziativa solidale della pizzeria di Struppa

  • Passeggiate con i bimbi, è polemica. Il post del medico fa il giro del web: «Ecco perché è meglio di no»

Torna su
GenovaToday è in caricamento