Frana Quezzi, approvata mozione a Tursi per la messa in sicurezza

Il documento impegna sindaco e Giunta ad aprire un tavolo con la Regione, per stabilire un intervento di messa in sicurezza del muro di contenimento del civico 65 di via Portazza

Come di consueto, questo pomeriggio il Consiglio comunale è iniziato con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata. Al termine del question time si è svolto l'appello e si è passati alla votazione di tre mozioni. Fra queste, il completamento del Terzo Valico e la situazione del caseggiato di Quezzi, oggetto di una frana nel 2016.

La mozione, presentata da Cristina Lodi (Pd), è stata approvata all'unanimità con 39 voti a favore. Il documento impegna sindaco e Giunta ad aprire un tavolo con la Regione, per stabilire un intervento di messa in sicurezza del muro di contenimento del civico 65 di via Portazza. Questo, crollato nel 2016, provocò l'evacuazione di 170 abitanti, che aprirono un contenzioso col proprietario del terreno e con Comune e Regione, chiedendo di intervenire in danno.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ponte Morandi: si allunga l'attesa per il rientro degli sfollati e la demolizione

  • Cronaca

    Tenta di violentare una ragazza conosciuta in un locale, arrestato

  • Cronaca

    Controllori Amt in azione a Nervi, 40 multe

  • Incidenti stradali

    Tir perde parte del carico, chiusa via Guido Rossa

I più letti della settimana

  • È nato il bimbo di Gianluca, volato dal ponte Morandi e salvo per miracolo

  • Cornigliano: far west davanti alla stazione, esagitato contro la polizia

  • Pescano tonno da 200 kg, multa salata

  • «Grave stato di degrado», niente mezzi pesanti sul viadotto tra autostrada e aeroporto

  • Genovese trovato morto alle Canarie

  • Presa dallo sconforto, sale sul parapetto del ponte Monumentale

Torna su
GenovaToday è in caricamento