Muretti a secco: fondi per quattro milioni

Stanziato dalla Regione Liguria un contributo per le caratteristiche murature

Un bando per il mantenimento dei muretti a secco. Lo stanziamento di quattro milioni di euro è stato approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai, con un contributo di 105 euro al metro quadro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«I quattro milioni sono solo una prima parte delle risorse che intendiamo impegnare su questa misura - ha detto l'assessore all'Agricoltura Stefano Mai - È un bando molto atteso perché consente ad agricoltori, proprietari di terreni, imprese, enti pubblici singoli o associati il ripristino dei muretti a secco o piccoli invasi utili per la fauna selvatica. Nonostante le difficoltà ancora in parte irrisolte da parte dell'Agenzia ministeriale per il pagamento delle imprese, andiamo avanti nell'interesse delle imprese liguri che hanno assoluta necessità di poter fare investimenti». La presentazione delle domande potrà avvenire entro il 30 settembre con procedura "a sportello" presso le associazioni di categoria o i professionisti abilitati, attraverso il sistema informativo agricolo nazionale-Sian. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • La 'movida' violenta di Priaruggia, residente aggredito da ragazzini ubriachi

  • Incidente a Nervi, identificata la vittima; guidatore positivo ai test tossicologici

Torna su
GenovaToday è in caricamento