Regione, Toti tenta la moltiplicazione dei consiglieri

Il centrodestra punta ad avere 18 consiglieri di maggioranza, da sommare al presidente, invece degli attuali 15. Se la commissione elettorale dovesse bocciare la richiesta, ne è già pronta un'altra: togliere un consigliere all'opposizione

Sedici a quindici è un vantaggio troppo esiguo per poter garantire la governabilità. Per questo Giovanni Toti, neo presidente della Regione Liguria, ha incaricato un costituzionalista di rappresentare la sua lista davanti alla commissione elettorale regionale.

Venerdì durante l'audizione verrà avanzata la richiesta di avere 18 consiglieri di maggioranza, da sommare al presidente, invece degli attuali 15. Toti chiama in causa il tatarellum, ancora in vigore in Liguria, che disciplina il caso in cui il vincitore delle elezioni non raggiunga il 40% dei voti o il 55% dei seggi.

Se la commissione elettorale dovesse bocciare la richiesta, ne è già pronta un'altra: togliere un consigliere all'opposizione. Nel frattempo bocche cucite sul toto-giunta; non ci sono conferme, ma per la Protezione Civile è circolato il nome di Guido Bertolaso.

Sull'altro fronte, i vertici locali del Partito Democratico attendono istruzioni dalla segreteria nazionale. Al momento le dimissioni dei segretari Terrile e Lunardon, rispettivamente provinciale e regionale, sono congelate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso Europa, identificate le due vittime

  • Corso Europa, auto si ribalta e prende fuoco: due morti

  • Dopo vent'anni di attività chiude Foot Locker

  • I migliori ristoranti sushi all-you-can-eat di Genova: la guida 2020

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Aggredita e rapinata da tre giovani mentre rientra a casa

Torna su
GenovaToday è in caricamento