Nasce l'albo degli Oss, Viale: «Nel 2019 il concorso»

«Il registro nasce dall'esigenza di fare chiarezza rispetto a momenti vissuti di confusione rispetto al titolo di Oss o di scarsa conoscenza dei titoli corretti», così l'assessore Sonia Viale

Il Consiglio regionale ha approvato oggi l'istituzione di un albo degli Oss, Operatori socio sanitari. «Nel 2019, facendo tesoro dell'esperienza positiva del concorsone per gli infermieri, avvieremo le procedure per il concorso degli Operatori Socio Sanitari nel sistema sanitario regionale ligure». Lo ha annunciato la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale, intervenuta oggi pomeriggio in Consiglio regionale esprimendo parere favorevole alla proposta di costituire un registro degli Oss.

«Così come per gli infermieri abbiamo portato a termine il concorsone nelle cinque Asl con l'assunzione di quasi 500 infermieri e la formazione di una graduatoria aggiornata che consente il turnover a fronte del progressivo pensionamento del personale in servizio - ha proseguito la vicepresidente Viale - il prossimo anno avvieremo le procedure per il concorso rivolto al mondo degli Operatori Socio Sanitari, per i quali abbiamo graduatorie vecchie e in esaurimento. L'auspicio è che serva a tanti operatori liguri e anche a chi da fuori deciderà di venire a lavorare in Liguria».

In merito all'istituzione del registro, l'assessore Viale ha aggiunto: «Questa richiesta nasce dall'esigenza di fare chiarezza rispetto a momenti vissuti di confusione rispetto al titolo di Oss o di scarsa conoscenza dei titoli corretti che abilitano all'esercizio di questa professione. Ritengo sia quindi un utile ausilio il fatto di avere un registro che possa aiutare a orientarsi rispetto a chi è effettivamente Oss, a tutela di questa importante professione e dei pazienti. Questo registro - ha concluso - costituirebbe una specificità ligure perché saremmo tra le poche regioni ad aver offerto questa opportunità: si tratta di una figura di sempre maggiore rilievo nel nostro sistema sanitario».

«Sono contento l'aula abbia dato il via libera a questa proposta di legge, di cui sono stato promotore, per l'istituzione di un albo regionale degli Oss, gli Operatori socio sanitari - dice il consigliere regionale del Pd ligure Valter Ferrando -. Un importante riconoscimento professionale di questa figura lavorativa, che rappresenta una garanzia per i pazienti e per i lavoratori. Non dimentichiamo che a questa professione si avvicinano molti giovani, in cerca di un lavoro stabile. È giusto che con questo albo si legittimi la loro professione. È importante che ci sia una verifica dei soggetti formatori».

Soddisfatto anche il consigliere regionale del Pd ligure Pippo Rossetti. «La Regione Liguria - sottolinea - è stata la prima, grazie al lavoro della Giunta ligure precedente, a inserire nel percorso scolastico delle scuole professionali i servizi per la sanità e l'assistenza sociale che prepara gli Oss. Da alcuni anni gli studenti, contestualmente all'esame di Maturità, possono svolgere l'abilitazione professionale per Operatori socio sanitari. Un aspetto che qualifica il settore del sistema professionale ligure».

Potrebbe interessarti

  • "Maniman", una parola genovese utilizzatissima: ma cosa vuol dire?

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • La "graziosa" con gli occhi grandi color di foglia di De André è esistita davvero

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Staglieno, operata la 45enne sopravvissuta

  • Tragico schianto a Dinegro, morto automobilista

  • Schianto a Genova Est, muore motociclista 25enne

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • Schianto a Staglieno: morto un uomo, una donna gravissima

  • Da Castelletto a Sampierdarena, ciak si gira per Alessandro Preziosi

Torna su
GenovaToday è in caricamento