Sonia Viale: «La memoria di Giovanni Falcone un faro nella lotta alla criminalità oragnizzata»

«La strategia inaugurata da Falcone di colpire i patrimoni dei soggetti malavitosi rimane la strada più efficace per combattere e prevenire i fenomeni mafiosi. Così la vicepresidente della Regione, Sonia Viale, nell'anniversario della strage di Capaci

«L'esempio di Giovanni Falcone nella lotta alla criminalità organizzata resta attuale e costituisce un faro per l'impegno da parte delle istituzioni nel contrasto all'illegalità, a ogni livello della dimensione pubblica. La strategia inaugurata da Falcone di colpire i patrimoni dei soggetti malavitosi rimane la strada più efficace per combattere e prevenire i fenomeni mafiosi, che minacciano di intaccare la nostra società e la nostra economia attraverso la concorrenza sleale».

Lo ha dichiarato la vicepresidente e assessore regionale alla Sicurezza Sonia Viale, in occasione dell’anniversario della strade di Capaci avvenuta il 23 maggio 1992, in cui perse la vita Giovanni Falcone.

«Ieri ho partecipato all'intitolazione a Giovanni Falcone del centro polivalente di Camporosso - ha aggiunto la vicepresidente della Regione Liguria - mantenere viva la memoria è sicuramente il primo impegno delle istituzioni che devono essere unite nella lotta alle mafie. Come Regione Liguria, in base alla legge 7/2012, abbiamo dato continuità all'Osservatorio per il contrasto alla criminalità organizzata, rinnovando la convenzione con l'Università di Genova: un'iniziativa questa - ha concluso - a cui vogliamo imprimere un impulso nuovo e ancor maggiore efficacia».

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento