Dall'M5s a Generazione Antigone, Lorenzo Tosa apre la sua "piazza virtuale"

L'ex addetto stampa del Movimento 5 Stelle ha inaugurato una nuova pagina Facebook dedicata all'analisi e alla riflessione su attualità e politica: ««Un luogo di idee e confronto per chi non si riconosce in questo governo della paura»

«Un luogo di idee e confronto per chi non si riconosce in questo governo della paura», e per chi «non si arrende a vedere questo meraviglioso Paese devastato da odio, intolleranza, rabbia, incompetenza»: così Lorenzo Tosa, ex addetto stampa del Movimento 5 Stelle ligure, ha presentato suo social il suo nuovo progetto, “Generazione Antigone”.

Un po’ piazza virtuale (pur avendo lasciato il Movimento sbattendo al porta, Tosa non ha mai rinnegato le origini), un po’ piattaforma di approfondimento sui temi d’attualità, “Generazione Antigone” ha debuttato ufficialmente su Facebook a inizio anno, e nel giro di pochi giorni ha superato i 1.400 like, suscitando anche parecchia curiosità. E così, Tosa ha deciso di spiegare nel dettaglio in cosa consiste il suo progetto.

«È uno spazio pubblico in cui venire a passare un po' di tempo quando vi sentite soli, stanchi, rassegnati - si legge su Facebook - Generazione Antigone non è un mero fatto anagrafico. È un modo di sentire. Di dare i nomi alle cose. La Generazione Antigone siamo noi, voi, le nostre idee, la nostra ostinazione. Sono i tanti sindaci Lucano che non si piegano a leggi ingiuste, i Kalidou Koulibaly che conoscono la definizione di "razza umana", i Marco Cappato che sanno la differenza tra vivere e sopravvivere. Chiamatelo blog, se volete. Per noi è una piazza. Le piazze, però, sono belle quando sono piene».

Apertamente contrario ai fondamenti del nuovo governo gialloverde, e in particolare alle politiche sull’immigrazione del ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini, Tosa ha denunciato sempre via social di essere stato oggetto di minacce dopo l’addio al Movimento 5 Stelle, e i suoi post di analisi e riflessioni sembrano raccogliere sempre più like giorno dopo giorno. 

Da qui la decisione di creare uno spazio in cui esprimersi e ufficializzarlo: «Chi crede ancora, nonostante tutto, contro ogni evidenza, in parole come democrazia, Europa, diritti umani, scienza, cultura - ha scritto - beh, questa è anche casa sua».

Potrebbe interessarti

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • La "graziosa" con gli occhi grandi color di foglia di De André è esistita davvero

  • Ristoranti brasiliani, i 5 più gettonati di Genova: la guida 2019

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Staglieno, operata la 45enne sopravvissuta

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • Incendio all'ultimo piano di un palazzo, abitanti in fuga dalle scale

  • Schianto a Staglieno: morto un uomo, una donna gravissima

  • Da Castelletto a Sampierdarena, ciak si gira per Alessandro Preziosi

  • Auto si ribalta in via Siffredi, due feriti

Torna su
GenovaToday è in caricamento