Alluvioni: 15 milioni di risarcimenti persi per mail non lette, Toti smentisce

Giovanni Toti ha smentito le dichiarazioni del Partito Democratico in merito al mancato conseguimento dei risarcimenti per le ultime alluvioni a causa della mancata lettura di alcune mail

«Abbiamo appreso con stupore e sgomento che le imprese liguri danneggiate dagli eventi alluvionali fra il 2013 e il 2015 non potranno accedere ai risarcimenti stanziati dal Governo perché il presidente della Regione Toti non ha letto l'e-mail certificata inviata dal Dipartimento nazionale di protezione civile». È quanto si legge in una nota del Gruppo Pd in Regione Liguria.

«A causa del comportamento di questa Giunta, che evitiamo di qualificare, e in particolare del suo presidente - perché è a lui che la comunicazione è stata inviata per ben tre volte fra giugno e luglio 2017 - le imprese liguri hanno perso ben 15 milioni di euro, una cifra ragguardevole che avrebbe permesso a molte di loro di ripartire o di ripagare quegli investimenti fatti dopo i danni subiti», prosegue il Pd.

«È la seconda volta nel giro di due anni che la Giunta Toti perde i risarcimenti per gli eventi alluvionali a causa della sua disorganizzazione. L'anno scorso l'assessore Mai non aveva inviato correttamente la richiesta di risarcimento danni per le imprese agricole del ponente ligure (16 milioni di euro) e solo grazie all'intervento dei parlamentari del Pd e del Governo è stato possibile aprire un nuovo canale per cercare di riparare a quell'errore madornale. Adesso Toti non legge la sua e-mail certificata e in un sol colpo fa perdere 15 milioni alla Liguria. E a quanto si apprenda pare che non ci sia alcun modo di recuperare quelle risorse», conclude il Pd.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica del governatore ligure non si è fatta attendere ed è arrivata con un post su Facebook. «I risarcimenti destinati alle imprese liguri danneggiate dalle alluvioni nel periodo 2013-2015 ci sono e sono stati confermati dal Capo della Protezione civile Angelo Borrelli. La verità è che sarebbe bastata una telefonata agli uffici competenti (invece di parlare solo con l'opposizione) per non creare inutili allarmismi nei confronti del territorio e delle nostre imprese. Si è trattato di un problema tecnico-burocratico, che è stato immediatamente risolto grazie al nostro intervento, come dimostra la nota ufficiale del 18 gennaio scorso che ci ha inviato Borrelli, in cui viene esplicitato chiaramente che i fondi per coprire i danni dal maltempo alle imprese nel periodo 2013-2015 saranno assegnati alla Liguria nel plafond disponibile per la Liguria nel 2018».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

  • Come distinguere una vipera, e cosa fare in caso di morso

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

Torna su
GenovaToday è in caricamento