Tagliati i fondi per i Festival dell'Acquedotto e dell'Eccellenza Femminile, polemica in consiglio comunale

Discussione sulla decisione della commissione che attribuisce i finanziamenti ai festival sul territorio

Perché quest'anno il Comune non ha finanziato il Festival Teatrale dell'Antico Acquedotto e il Festival dell'Eccellenza Femminile? È la domanda che Cristina Lodi (Pd) ha posto alla Giunta nel corso del consiglio comunale di martedì 30 aprile.

«So che c'è stata la valutazione di una commissione - commenta la capogruppo dem - ma penso che si tratti di due festival molto importanti che si tengono a Genova da tanti anni. Quello dell'Acquedotto è fonamentale anche perché crea animazione e aggregazione in un quartiere non centrale. Quello dell'Eccellenza Femminile pone l'accento su una serie di tematiche attuali, mettendo al centro la donna: una questione importante oggi più che mai. Questi due festival avevano una valenza culturale e sociale importante anche, nel caso dell'Acquedotto, per i quartieri "periferici"».

La spiegazione sta nei numeri, come ha risposto l'assessore alla cultura Barbara Grosso: «C'è stato un bando per la rassegna "Genova città dei festival", e i parametri utilizzati nella valutazione dei singoli progetti, da parte dell'apposita commissione, sono stati tre. Il primo riguardava la qualità della proposta, il secondo la capacità di attrazione del pubblico, e il terzo la sostenibilità economica. Siccome gli enti locali possono contare su una disponibilità di risorse sempre minore, è fondamentale la capacità degli organizzatori dei festival di reperire risorse tramite sponsor e finanziamenti non comunali. Questi due festival hanno ottenuto, sulla base di questi tre parametri, un punteggio non sufficiente. Sono sicura delle scelte fatte dalla commissione che troveranno conferma nei risultati ottenuti, e sono contraria alla politica fatta di finanziamenti a pioggia e a prescindere». 

«Speravo in una replica migliore - ha concluso Lodi - sembra che il Comune non abbia intuito l'importanza che la cittadinanza stessa attribuisce a questi festival: mi dispiace, sembra che il Comune non voglia appoggiare queste due iniziative. Voglio approfondire i criteri di valutazione dati a questi bandi».

Potrebbe interessarti

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Spaccia in centro storico, Cassazione annulla arresto: «Vicoli hanno aiutato la polizia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento