L'inno di Mameli prima di ogni seduta del consiglio comunale

La proposta sarà discussa in aula martedì 26 febbraio grazie a una mozione bipartisan

L'inno d'Italia prima di ogni seduta del consiglio comunale di Genova. La proposta sarà discussa in aula martedì 26 febbraio grazie alla mozione firmata dai capigruppo di maggioranza Francesco De Benedictis (primo firmatario, Noi con l'Italia), Alberto Campanella (Fratelli d'Italia), Stefano Costa (Vince Genova), Lorella Fontana (Lega), Mario Mascia (Forza Italia) e da Cristina Lodi (capogruppo del Pd), l'unica per l'opposizione. 

L'iniziativa prende spunto da altri Comuni in cui l'Inno di Mameli, il "Canto degli italiani", viene già suonato prima delle sedute del consiglio comunale, ma a Genova la valenza storica è sicuramente emblematica visto che l'inno italiano debuttò pubblicamente proprio nella nostra città, il 10 dicembre 1847. 

Sul piazzale del santuario della Nostra Signora di Loreto del quartiere di Oregina, fu presentato alla cittadinanza in occasione di una commemorazione della rivolta del quartiere genovese di Portoria contro gli occupanti asburgici durante la guerra di successione austriaca. Venne suonato dalla Filarmonica Sestrese, all'epoca banda municipale di Sestri Ponente. Vi fu forse un'altra precedente esecuzione pubblica, ma manca la documentazione ufficiale, sempre a Genova il 9 novembre 1847 da parte della Filarmonica Voltrese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo vent'anni di attività chiude Foot Locker

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • I migliori ristoranti sushi all-you-can-eat di Genova: la guida 2020

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

Torna su
GenovaToday è in caricamento