Anniversario ponte Morandi, Salvini a Genova: «Giustizia in fretta, chi ha sbagliato deve pagare»

«Chi ha sbagliato deve pagare fino in fondo. È come Viareggio, le stragi non possono rimanere impunite» ha detto il vicepremier

A margine della cerimonia di commemorazione delle vittime del ponte Morandi, molti rappresentanti delle istituzioni si sono fermati a parlare con le famiglie delle vittime. Anche il vicepremier Matteo Salvini, occhi lucidi e voce rotta dall'emozione, ha abbracciato i parenti: «Serve giustizia in fretta, il più in fretta possibile. Chi ha sbagliato deve pagare fino in fondo. È come Viareggio, le stragi non possono rimanere impunite».

Il ministro dell'Interno ha ringraziato la comunità genovese: «Ha dato un esempio di unità, velocità, efficienza. Vedere i piloni nuovi al posto di quelli vecchi, lo commentavo con qualche papà, non porta indietro nel tempo ma è un segno di rinascita. Da Genova è arrivata una lezione di dignità e forza». E ha ricordato: «Da milanese sono passato su quel ponte centinaia di volte».

Per quanto riguarda la manutenzione delle strade italiane, ha detto: «Occorrono miliardi e miliardi di euro. Abbiamo raccolto un "piano delle Province" immediatamente cantierabile di due miliardi e mezzo per 1400 tra ponti, viadotti e gallerie di competenza provinciale». E, a proposito della volontà delle famiglie delle vittime di allontanare i vertici di Autostrade per l'Italia: «In questi casi i familiari hanno sempre ragione».

Il vicepremier durante la commemorazione era seduto in prima fila, davanti al palco, con il sindaco Marco Bucci a dividere lui e l'altro vicepremier, Luigi Di Maio. Sulla crisi di governo, Salvini non si è però sbilanciato: «Oggi parlo solo di Genova».

Dopo la cerimonia, Salvini si è allontanato insieme al sindaco Bucci al governatore Toti e a Edoardo Rixi. In serata, alle 21, sarà a La Spezia per uno dei suoi comizi estivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento