Alluvione, il governo stanzia 12,5 milioni di euro. Doria: «Inadeguati»

Il capo della protezione civile Franco Gabrielli ha annunciato che i fondi serviranno a coprire le spese già sostenute per le urgenze e il primo soccorso. Il sindaco Marco doria ancora in attesa dell'audizione in Senato

Saranno 12,5 i milioni stanziati dal governo in seguito alla richiesta di Stato d’emergenza avanzato dalla Regione Liguria in seguito alla tragica alluvione dello scorso 9 ottobre.

Lo ha annunciato il capo della protezione civile Franco Gabrielli, sottolineando che i fondi, “limitati”, serviranno a coprire le spese già sostenute per la prima assistenza al cittadini e per la gestione delle emergenze. Non si tratta dunque di cifre che andranno a risarcire i cittadini vittime dell’alluvione, per cui bisognerà attendere altri provvedimenti.

Sull’argomento è intervenuto anche il sindaco di Genova Marco Doria, che ospite a Primocanale ha definito la cifra stanziata dal governo “assolutamente inadeguata, anche perché per le somme urgenze ne abbiamo già spesi molti di più”. Soltanto ieri Doria era a Roma per l’audizione in Senato davanti alle commissioni Ambiente e Lavori Pubblici proprio per sollecitare finanziamenti, ma la riunione è stata sospesa prima dell’intervento del sindaco e spostata a data da destinarsi.

Potrebbe interessarti

  • La triste leggenda del costruttore della Lanterna

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

  • Il fantasma "maleducato" delle Mura dello Zerbino

I più letti della settimana

  • Weekend lungo di Ferragosto a Genova e provincia: fuochi d'artificio, sagre, cultura e tanto altro

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • Scossa di terremoto avvertita anche in Liguria

  • Bambino investito da una moto, grave al Gaslini

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Litigio tra ubriachi sulla spiaggia di Voltri, paura tra i bagnanti

Torna su
GenovaToday è in caricamento