Alluvione: si apre uno spiraglio per la deroga delle tasse

Il governo ha approvato un ordine del giorno che lo impegna a spostare al 25 febbraio 2015 il pagamento delle imposte e dei tributi per gli alluvionati della Liguria

Il Senato ha approvato questa notte un ordine del giorno con cui il governo si impegna a spostare al 25 febbraio 2015 il termine per il pagamento delle tasse per le imprese e le famiglie colpite dall’alluvione dell’ottobre e del novembre scorsi.

Lo hanno annunciato i senatori del Pd Massimo Caleo, Vito Vattuone e Stefano Vaccari, spiegando che “il relatore alla legge di stabilita' e il Governo hanno risposto positivamente alla nostra richiesta di prorogare la sospensione dei pagamenti di tasse, imposte e relativi contributi previdenziali e assistenziali, per imprese, famiglie e lavoratori danneggiati dalle alluvioni”.

L’ordine del giorno, promosso all’unanimità, dovrebbe concretizzarsi nei prossimi giorni con un provvedimento ufficiale sottoscritto dal governo. La decisione arriva a pochi giorni dalla polemica sull’obbligo disposto dal Mef di versare tasse e imposte statali entro il 22 dicembre, in un’unica soluzione, per tutti i cittadini colpiti dall’alluvione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

Torna su
GenovaToday è in caricamento