Il consigliere comunale Campanella (FdI) e quell'insulto a Laura Boldrini su Facebook

Il Pd chiede una condanna ufficiale del gesto al Sindaco Bucci. Reazioni indignate anche da LeU

Polemiche per il commento offensivo rivolto da Alberto Campanella, capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale a Genova, all'ex Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini. 

Il video postato su Facebook

Tutto nasce da un video pubblicato dal consigliere comunale sul suo profilo Facebook, e che riguarda il film prodotto da Netflix e girato a Santa Margherita Ligure: «Dopo il diniego della Spagna e poi della Francia di "bloccare" un porto turistico in pieno agosto per fare girare un pezzetto di un film che vede come attrice Jennifer Aniston - spiega Campanella - il Comune di Santa ha invece ha accettato: pertanto il film sarà girato da noi ma ambientato nella località turistica spagnola Cartegena. Non mi sembra una grande gloria [...] il porto avrebbe dovuto accogliere turisti piuttosto che impegnarlo senza neppure il ritorno di immagine».

I commenti offensivi

E fin qui, sono opinioni. Ma nei commenti sotto al video visibile a tutti (in cui Campanella viene filmato mentre fa scorrere alcuni cartelli che "informano" la Aniston che la cittadina in cui si trova è Santa Margherita Ligure e non Cartagena) un contatto scrive: «Sei meglio della "Boldracca" coi cartelli» e il chiaro riferimento a Laura Boldrini, storpiandone offensivamente il cognome come già era successo in passato, è servito. Il consigliere però non condanna nè ignora il commento e, anzi, dopo aver messo "like", risponde: «La Boldracca è pietosa».

La reazione del Pd

Il gesto non è passato inosservato: «Il pesante turpiloquio di Alberto Campanella contro Laura Boldrini - dichiara il Gruppo Pd del Comune di Genova - va duramente condannato. È estremamente grave che chiunque usi termini offensivi di genere per attaccare le donne, mettendo in atto una sistematica delegittimazione del loro ruolo, qualunqne esso sia. Diventa intollerabile se a farlo è il capogruppo FdI del Comune di Genova, un capogruppo di maggioranza che esercita per legge ed elezione la funzione di rappresentanza, anche dell'elettorato femminile, purtroppo non esente da un linguaggio simile, nei confronti dell'ex presidente della Camera Laura Boldrini. La storpiatura offensiva del cognome Boldrini, tra l'altro, è già stata duramente condannata in passato, riprovazione che Campanella non solo fa finta di ignorare ma infrange. Non sono solo parole. Le parole riflettono pensieri che, così ripetuti come se fossero battute divertenti, anestetizzano la loro potenza offensiva e possono spianare la strada a comportamenti sintonizzati su tanta gratuita violenza. Le battaglie politiche si devono combattere usando altri strumenti. Ci aspettiamo una presa di posizione della Giunta e del sindaco Bucci a cui martedì prossimo in Consiglio chiederemo una presa di posizione ufficiale e netta sulle frasi di Campanella. Chiediamo che si dissocino pubblicamente».

La reazione di LeU

Anche il deputato di LeU Luca Pastorino commenta: «L’avvocato Alberto Campanella (Capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale a Genova) in un’estate dove si sta rendendo protagonista di grandi battaglie politiche come quella contro l’attrice Jennifer Aniston a Santa Margherita, ora ha esagerato. Capisco che abbia bisogno di visibilità, ma gli insulti sessisti su Facebook all’ex Presidente della Camera Laura Boldrini sono stomachevoli. Il Consigliere con questo modo di comunicare dimostra di essere un hater qualunque usando un linguaggio che è alla base delle violenze verbali che ogni giorno migliaia di donne subiscono. Consiglio a Campanella di partecipare a uno dei tanti progetti di educazione civica digitale che ha ideato Laura Boldrini, potrebbero aiutarlo da un punto di vista sociale e culturale oltre che a migliorare il rapporto, a questo punto conflittuale, che dimostra di avere con il mondo femminile. Vorrei chiedere anche a Giorgia Meloni (leader FdI) cosa ne pensa di ciò che dice Campanella e se sia il caso di prendere provvedimenti nei suoi confronti».

La risposta di Campanella

In giornata è arrivata anche la risposta del consigliere, pubblicata sempre sul suo profilo Facebook: «Sono sotto attacco: mentre il mio pacifico video è diventato virale ed ha raggiunto in pochi giorni 5,4mila visualizzazioni e tanti complimenti da parte di chi ama Santa e l'Italia, il capogruppo del PD al Comune di Genova, sig.ra Cristina Lodi, mi sta attaccando (come sa fare il PD) non solo con biechi post ad personam ma anche tramite strane telefonate o messaggi dominicali rivolte al mio collega del Consiglio Comunale: queste per me si chiamano pressioni!! Da questa assidua difesa del Sindaco Donadoni (e chissà perché della Boldrini) almeno si scoprono gli altarini e le appartenenze!!! Oltre a ciò noti politicanti di Santa stanno fermando persone a me vicine e con fare intimidatorio mi mandano saluti (sic!). Sono preoccupato e temo un inasprirsi della contestazione Poltica che si fa sempre più calda....questo è il loro concetto di Poltica e di fermare l'avversario (che per loro è nemico). Io rispondo che non mi farò intimidire e che proseguirò nel mio intento!!». Il post è finito con alcuni screenshot dei «commenti degli amici della Lodi che dicono: "vergogna a lui e a chi la pensa come lui" oppure difendono il Sindaco di Santa che ormai si può definire uomo del PD».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Speciale Rai su De André, piovono le critiche e il figlio Cristiano "punge" gli autori

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

Torna su
GenovaToday è in caricamento