Aumenti autostrade, Toti: «Assurdo, prima la ricostruzione del Morandi»

Il presidente della Regione: «Nell'incertezza più totale a pagare non possono essere sempre e solo gli italiani»

Rincari in arrivo per quello che riguarda i pedaggi autostradali, congelati a Capodanno dopo un accordo tra ministero delle Infrastrutture e gestori. I rincari sono previsti su diversi tratti autostradali, gestiti da altrettanti gestori. Quello più influente, per quanto riguarda la Liguria, è quello previsto da Autostrade per l’Italia, che a ottobre 2018 aveva annunciato un aumento dell’0,8%, a oggi quello di fatto più contenuto.

Autostrade, da luglio scattano i rincari per i pedaggi

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti si è schierato contro gli aumenti, spiegando: «È impensabile far scattare rincari sulle autostrade. Prima di parlare di tariffe il Governo discuta con le concessionarie, vari i nuovi piani di investimento per migliorare la rete, vari un piano di grandi opere. In particolare in Liguria parlare di rincari è addirittura assurdo finché non sarà terminata la ricostruzione del Ponte Morandi, fino a quando il Ministero dei Trasporti non avrà dato il via libera alla Gronda e alle altre opere che aspettiamo da anni, come il nuovo casello per il porto di Vado Ligure. Nell’incertezza più totale a pagare non possono essere sempre e solo gli italiani».

Potrebbe interessarti

  • Viaggiare con la musica: le app più gettonate

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Spaccia in centro storico, Cassazione annulla arresto: «Vicoli hanno aiutato la polizia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento