Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

La rivista statunitense fa il giro della riviera ligure alla ricerca delle eccellenze del territorio, dal pesto alla focaccia

Liguria terra di mare, di paesaggi straordinari, ma anche di buon cibo: a confermarlo è la rivista statunitense Forbes, con un articolo di Catherine Sabino che ripercorre la riviera della nostra regione alla ricerca delle specialità più amate dai cittadini e dai turisti stranieri.

Insomma, la Liguria è da rivalutare anche per quanto riguarda la gastronomia: spesso chi arriva dall'estero conosce la carbonara e l'Amatriciana, la pizza e l'insalata Caprese, insomma le specialità più tipiche soprattutto dell'Italia centrale e meridionale, famose in tutto il mondo. Vale dunque la pena, per Forbes, fare un viaggio anche in Liguria per scoprire i migliori piatti da assaggiare.

Le tappe culinarie di Forbes

Ecco le proposte della rivista che ha abbinato a ogni tappa un determinato cibo:

Alassio: baci di Alassio.

Genova: minestrone genovese, pandolce, torte salate, panissa fritta, focaccia, panera.

Monterosso/Cinque Terre: cappon magro, spaghetti con acciughe, fritto di pesce.

Portovenere/Golfo della Spezia: muscoli ripieni, muscoli ripieni, spaghetti alla marinara, mesciua, barbotte, testaroli, scoglietti di Portovenere.

Rapallo: cubeletti.

Recco: focaccia di Recco.

Sanremo: sardenaira

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sori: trofie con pesto, patate e fagiolini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • Coronavirus: i casi positivi sono 2.758, oltre 1.300 i ricoverati

  • «Pizze gratis a chi non può comprarsi da mangiare», l'iniziativa solidale della pizzeria di Struppa

  • Buoni spesa, Bucci: «A partire da mercoledì si potranno richiedere»

  • Passeggiate con i bimbi, è polemica. Il post del medico fa il giro del web: «Ecco perché è meglio di no»

  • All'Ipercoop L'Aquilone la spesa si fa prenotando l'accesso

Torna su
GenovaToday è in caricamento