SPID: cos'è, come funziona, come si ottiene e perché il Comune di Genova lo usa

Lo SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, un passo avanti verso la semplificazione nell'accesso ai servii online: ecco come ottenerlo

Ormai sentiamo parlare molto spesso di SPID, soprattutto quando abbiamo a che fare con la pubblica amministrazione, e anche il Comune di Genova aderisce a questo sistema.

Ma come funziona? Come si utilizza? Dove e come se lo possono procurare i cittadini?

Cos'è lo SPID e a cosa serve

Innanzitutto spieghiamo di cosa si tratta: come scrive il sito del Comune di Genova, lo SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, un passo avanti verso la semplificazione nell'accesso ai servii online.

I cittadini possono accedere ai servizi online di Genova e delle Pubbliche Amministrazioni che progressivamente stanno aderendo a SPID, con un unico nome utente e un'unica password: un sistema di accesso semplice, sicuro e veloce, utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

Dunque, un'unica identità digitale formata da username e password per accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione.

Per fare un esempio più pratico, lo SPID è un sistema veloce e sicuro che serve per prenotazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche, accesso alla rete wi-fi pubblica, pratiche d'impresa... con un’unica password

Come richiederlo

Ecco ciò che serve per richiedere e ottenere le credenziali SPID (può farlo solo chi è maggiorenne):

  • Un indirizzo e-mail
  • Il numero di telefono del cellulare che si usa normalmente
  • Un documento di identità valido
  • La tessera sanitaria con codice fiscale, o solo il codice fiscale se si risiede all'estero

Occorre poi inserire i dati in uno degli 8 identity provider ufficiali (Aruba, InfoCert, Intesa ID, Lepida, Namirial, Poste Italiane, SielteId, SpidItalia, Tim) e registrarsi sul sito. 

Gli identity provider forniscono diverse modalità di registrazione gratuitamente o a pagamento e i rispettivi SPID hanno diversi livelli di sicurezza.

Tutte le informazioni necessarie si possono trovare sul sito ufficiale dello SPID.

Carta d'identità elettronica e carta nazionale dei servizi

Esistono anche altre modalità per ottenere lo SPID, passando ad esempio per la carta d'identità elettronica o la carta nazionale dei servizi. Se si possiede una delle due carte, che devono essere preventivamente abilitate per l'utilizzo dei servizi online, c'è bisogno di un lettore di smart card da collegare al computer. 

Lo SPID e il Comune di Genova

Il Comune di Genova aderisce al Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), un passo avanti verso la semplificazione nell’accesso ai servizi online.

I servizi on line del Comune di Genova utilizzano le credenziali riferite alla persona fisica, che eventualmente agisce in nome e per conto di una persona giuridica. Anche con SPID la registrazione deve essere effettuata come persona fisica in quanto l'utilizzo dei servizi on line è garantito con identità SPID come cittadino.

Il legislatore, già nel lontano 2005 attraverso il Codice dell'Amministrazione Digitale (D.Lgs.n.82), ha introdotto in Italia la cosidetta “rivoluzione digitale”, con cui sono stati imposti molti obblighi alle pubbliche amministrazioni; uno fra questi, la possibilità di accedere online ai servizi offerti dalle varie pubbliche amministrazioni, nel modo più semplice possibile. 

Negli ultimi anni, si è cercato anche di semplificare la vita ai cittadini, introducendo un Sistema Pubblico di Identità Digitale, cioè una identità digitale unica per l'accesso a qualsiasi Pubblica Amministrazione, con eliminazione della miriade di userId e password necessari per accedere a Comune, INPS, INAIL etc. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Scuole superiori: le migliori di Genova secondo la Fondazione Agnelli

Torna su
GenovaToday è in caricamento