Carta d’identità elettronica, come richiederla: due sportelli anche in corso Torino

In vista dell'aumento di richieste, il Comune ha potenziato il servizio negli uffici dell'Anagrafe: ecco come richiederla e a cosa serve

La carta d’identità elettronica diventerà a breve l’unico il nuovo documento di identificazione rilasciato ai cittadini italiani, comunitari e stranieri, e per andare incontro alle richieste il Comune ha deciso di riservare proprio al rilascio della carta elettronica due sportelli dell’ufficio Anagrafe in corso Torino

Realizzata in materiale plastico e dalle dimensioni di una carta di credito, la carta d’identità elettronica è dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza (RF) che memorizza i dati del titolare. La foto, in bianco e nero, è stampata al laser per prevenire eventuali contraffazioni,  e sul retro è riportato il codice fiscale, anche sotto forma di codice a barre.

Come già accadeva per la carta d’identità cartacea, il cittadino può esprimere consenso o diniego alla donazione di organi e/o tessuti in caso di morte: la volontà potrà essere inserita nel Sistema Informativo Trapianti (S.I.T.).

 Carta d’identità elettronica, a cosa serve

Oltre all’impiego ai fini dell’identificazione, la carta di identità elettronica può essere utilizzata per richiedere un’identità digitale sul sistema Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale), che garantisce l’accesso ai servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni.

L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato è attualmente impegnato sia nella implementazione dei servizi a cui il cittadino può accedere, in Italia e all’estero, utilizzando la Carta di identità elettronica, sia nello sviluppo di specifiche applicazioni collegate all’utilizzo di documenti elettronici, come ad esempio l’Idea- Identity Easy Access. Si tratta di un sistema che consente a chi ha un documento elettronico (carta d’identità, ma anche passaporto o permesso di soggiorno) di controllarne il corretto funzionamento, verificarne l'autenticità e appurare che i dati memorizzati nel chip corrispondano a quanto stampato nell'area visibile.

Carta d’identità elettronica, come si ottiene

Per richiedere la carta elettronica occorre recarsi personalmente agli Uffici Anagrafe dei Municipi, direttamente agli sportelli presenti all’Ufficio Centrale di Corso Torino 11 o presso gli Uffici Demografici Municipali con un documento di riconoscimento valido, la vecchia carta di identità o due testimoni maggiorenni, e una fotografia in formato cartaceo o in formato Jpg o Pgn.

Negli uffici verranno effettuate le operazioni di riconoscimento, inserimento foto, acquisizione delle impronte e della volontà/diniego relativi alla donazione organi.  La carta d’identità elettronica sarà quindi inviata direttamente dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta, all’indirizzo indicato. Il costo della carta è di 22,21 euro comprese le spese di spedizione.

Il Ministero dell'Interno ha messo a disposizione un servizio on line (www.cartaidentita.interno.gov.it/verifica-cie) che consente ai cittadini di verificare che la propria CIE non presenti anomalie

La validità della carta di identità per i maggiorenni è di 10 anni e la scadenza corrisponde al giorno e mese di nascita del titolare (giorno del compleanno) immediatamente successivo alla scadenza dei 10 anni. La validità della carta di identità per i minori di età inferiore a 3 anni è di 3 anni; per i minori di età compresa fra 3 e 18 anni è di 5 anni.

Per i cittadini italiani, la carta d’identità elettronica può essere equivalente al passaporto e avere validità per l'espatrio nei paesi dell'Unione Europea e in altri coi quali esistono appositi accordi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Via Siffredi chiude nel weekend: le modifiche alla viabilità

  • Cronaca

    Trovato morto il fungaiolo disperso a Serra Riccò

  • Cronaca

    Cocaina tra caffè e zucchero, il laboratorio era in cucina

  • Cronaca

    Greenpeace, la protesta nei supermercati contro l'olio di palma

I più letti della settimana

  • Cadavere decapitato, trovato a Begato

  • La leggenda della Bella di Torriglia: chi era in realtà?

  • Ciclista travolto da scooter, è grave

  • Elenco regionale operatori socio sanitari, confronto sulla proposta di legge

  • Tragedia di Begato, la procura apre un'inchiesta per omicidio: «Atto tecnico»

  • Scomparso nei boschi di Bosio, l'appello della famiglia: «Continuate a cercare Saverio»

Torna su
GenovaToday è in caricamento