Sanremo, a pulire la spiaggia ci pensa Piero Pelù

Dopo la prima pulizia della spiaggia della Feniglia in Toscana, Legambiente insieme a Piero Pelù farà tappa a Sanremo per portare la lotta al 'marine litter' nella capitale della musica italiana

Tappa in Liguria per il Clean Beach Tour di Legambiente nella settimana del Festival della canzone italiana. L'appuntamento è per mercoledì 5 febbraio a Sanremo alle ore 11 insieme a Legambiente e al rocker Piero Pelù. Obiettivo dell'iniziativa, organizzata in collaborazione con il Comune di Sanremo, sarà quello di rimuovere i rifiuti spiaggiati e sensibilizzare i partecipanti sul problema del marine litter e più in generale sui rifiuti abbandonati consapevolmente e non gestiti correttamente che finiscono in mare. All'iniziativa sarà presente anche il presidente nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani.

«La musica può aiutare a cambiare il mondo - ha dichiarato Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente – e può rendere i cittadini sempre più consapevoli rispetto all'emergenza marine litter. Pur essendo vero che l'Italia è molto avanti nella normativa contro l'inquinamento dei rifiuti plastici non gestiti correttamente, è altrettanto vero che servono ancora segnali importanti come ad esempio l'approvazione definitiva in Senato del disegno di legge 'Salva mare' promosso dal ministro Sergio Costa e dall'onorevole Rossella Muroni che consentirà ai pescatori di portare i rifiuti in porto senza dover fare i conti con spese a loro carico e il recepimento della direttiva europea sulla plastica monouso entro il 2021. Grazie alla musica - ha continuato Ciafani - questo sarà più semplice perché la consapevolezza aumenterà più velocemente e l'appuntamento sanremese sarà un'occasione preziosa per raccontare al mondo l'irrimandabile urgenza di aggiustare la rotta. Ci auguriamo che i media accendano nuovamente i riflettori sull'emergenza marine litter perché amplificare il messaggio ambientalista, anche attraverso un megafono come la musica, significa poter contare su un alleato capace di coinvolgere migliaia di persone in una battaglia collettiva per un mondo migliore. Del resto - ha concluso Ciafani - questo è ciò che da trentadue anni facciamo a Festambiente, il nostro festival nazionale che ogni anno vede la partecipazione di artisti di fama internazionale accomunati dalla ferma volontà di dare il proprio contributo alla lotta per salvare il clima e il Pianeta».

«Siamo felici che si colga l'occasione del festival di Sanremo - ha dichiarato Santo Grammatico, presidente di Legambiente Liguria - per svolgere un'azione concreta di pulizia lungo la costa della Liguria di ponente, a pochi chilometri dal confine francese, di fronte al Santuario dei mammiferi marini Pelagos, un'area protetta di interesse mediterraneo. Pulire le spiagge dai rifiuti - ha proseguito Grammatico -, amplificare la conoscenza ed il rispetto per il nostro mare in un contesto internazionale come il festival della canzone italiana è un messaggio importante per noi e per le future generazioni».

La raccolta verrà effettuata per le frazioni di plastica, vetro e indifferenziato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Coronavirus, le disposizioni di Trenitalia: «Rimborso in bonus a chi rinuncia al viaggio»

Torna su
GenovaToday è in caricamento