Consegne a zero emissioni in centro storico, parte il progetto Invia

Sviluppato dal Comune di Genova insieme con Poste Italiane, Eco Bike Courier ed Eco Consegne, mira a ridurre le emissioni causate dalla logistica nella città vecchia impiegando mezzi 100% elettrici

Svolta green per le consegne di merci in centro storico, zona in cui da tempo si discute di come abbattere l’impatto di furgoni e altri veicoli che accedono per il trasporto merci. In un’ottica di mobilità sempre più sostenibile, in mattinata a Tursi è stato presentato il progetto Invia, il servizio di consegne ecocompatibili dedicato alla città vecchia.

L’iniziativa è stata svelata alla presenza del vicesindaco e assessore alla mobilità del Comune di Genova, Stefano Balleari, del presidente di Camera di Commercio di Genova, Luigi Attanasio, e delle associazioni di categoria: obiettivo, gestire in modo efficiente ed ecologico la logistica cittadina, compresa l’area portuale, sfruttando veicoli elettrici e a zero emissioni che possono transitare senza limitazioni nelle Ztl.

Il servizio non sostituirà i corrieri tradizionali, ma sarà in aggiunta a quanti sono già operativi, e sarà disponibile sia per gli esercizi commerciali sia per i privati cittadini e le imprese. L’hub di raccolta è stato allestito nell’edificio Metelino, zona Porto Antico, un’area di 800 metri quadri che sorge a poca distanza dal centro storico, e le consegne verranno effettuata con la collaborazione di Eco Bike courier, i corrieri in bicicletta, garantendo flessibilità nell’orario di consegna in funzione delle esigenze degli operatori. Al progetto collabora anche Poste Italiane, che metterà a disposizione di Invia le proprie infrastrutture su Genova per valorizzare le potenzialità del territorio sfruttando la capillarità della rete di distribuzione.

«Lo scorso anno - ha detto il vicesindaco Balleari - avevamo consentito ai veicoli merci con motore elettrico, e non soltanto alle auto elettriche private, di accedere nelle Ztl senza limiti di orario e gratuitamente. Ora offriamo un ulteriore incentivo a utilizzare questa modalità. L’ottica è spingere sempre di più verso una mobilità green premiando comportamenti rispettosi dell’ambiente. Sono molto fiducioso e ritengo che la strada che abbiamo intrapreso con convinzione sia il futuro. Il passaggio alla mobilità elettrica cambierà in meglio la nostra città portando enormi benefici ambientali, economici e di salute».

«La consegna di merci nel centro storico e nell'area portuale con modalità green - ha aggiunto il presidente della Camera di Commercio, Luigi Attanasio - è sicuramente una buona notizia per Genova e per tutti coloro, cittadini o imprese, che vi risiedono e vi operano. Ma è anche un ulteriore elemento di attrattività per una città, come la nostra, che si afferma sempre più come smart city e meta emergente fra le città d'arte italiane».

Alla presentazione hanno partecipato anche il presidente di Eco Consegne, Paolo Dal Lago, e l'amministratore delegato di Quiris Holding, azionista di Eco Consegne, Umberto Risso. Obiettivo, adeguarsi alle disposizioni europee, che chiedono di ridurre drasticamente l’emissione di gas serra entro il 2030.

Potrebbe interessarti

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

Torna su
GenovaToday è in caricamento