"Genova che cammina", nasce l'osservatorio per promuovere la mobilità dolce

Scopo dell'iniziativa, cui collaborano Comune e 15 associazioni del territorio, spingere i genovesi a rinunciare all'auto in favore dei piedi e ridurre le emissioni di CO2

Nuova iniziativa all’insegna della salute per il Comune di Genova, che ha annunciato l’imminente creazione di un osservatorio finalizzato a promuovere l’attività fisica e il camminare come pratica quotidiana sana e sostenibile che contribuisca anche a ridurre le emissioni di CO2.

Genova che cammina”, questo il nome dell’osservatorio, vede la collaborazione degli assessorati all’Ambiente e alla Mobilità e di 15 associazioni e i comitati legati all’escursionismo, alla mobilità a piedi, alla salute e all’ambiente: l’obiettivo è quello di ridurre di oltre il 20% le emissioni in città, così come stabilito nel Patto dei Sindaci dell’Unione Europea nell’ambito dell’Associazione Rete Italia “Città Sane” dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, di cui Genova fa parte da anni.

L’osservatorio si riunirà a cadenza bimestrale a Palazzo Verde, e avrà il compito di individuare azioni e progetti finalizzati a promuovere la mobilità pedonale. Le linee strategiche da perseguire saranno principalmente tre: riduzione del rischio strade con elaborazione di proposte finalizzate a individuare spazi urbani percorribili a piedi, un sistema integrato di trasporto pubblico-privato e pedonale, e coinvolgimento attivo dei cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Le orche non lasciano il porto: «Hanno perso peso». Si cerca il corpo del piccolo

  • Timori e speranze per le orche "genovesi", porto in continuo monitoraggio

Torna su
GenovaToday è in caricamento