I menu scolastici delle scuole di Genova per l'anno 2018-2019

C'è anche la possibilità di richiedere soluzioni vegetariane e vegane

Cosa mangiano i nostri figli quando sono a scuola? È una domanda che molti genitori ormai pongono con attenzione agli istituti. 

L'educazione alimentare sta svolgendo un ruolo sempre più importante, ed è fondamentale che i bambini possano seguire - anche quando sono a scuola - una dieta attenta alla qualità dei prodotti, al giusto apporto energetico e alle norme igienico sanitarie.

Come vengono scelti i menu a Genova?

I menu delle scuole pubbliche di Genova vengono elaborati dalle dietiste del Servizio di Ristorazione, seguendo le Linee di Indirizzo Nazionale per la Ristorazione Scolastica, i Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana (LARN), e le Linee di Indirizzo per la Ristorazione Scolastica della Regione Liguria. Il tutto con i consigli di un team di esperti tra cui pediatri, nutrizionisti e altre figure professionali che compongono il Comitato Tecnico Scientifico della Ristorazione.

Nella costruzione del menu, inoltre, vengono tenute in conto le proposte formulate dai genitori delle Commissioni Mensa Cittadine e dei risultati delle indagini di Customers Satisfaction.

I menu delle scuole genovesi per l'anno 2018-2019

Menu nido d'infanzia e relative coabitazioni

Menu scuola infanzia e relative coabitazioni

Menu scuola primaria e relative coabitazioni

Menu scuola secondaria 

Tutti i piatti proposti nei menu sono raccolti in un ricettario, che stabilisce e uniforma grammature e modalita di preparazione dei menu. Lo scopo è fornire informazioni sugli alimenti ai consumatori, mettendo in evidenza anche gli allergeni presenti nei piatti del menu scolastico.

Diete speciali: come ottenerle

Ci sono bambini che, per motivi di salute, necessitano di particolari regimi alimentari.

Il genitore (o chi ne fa le veci) di un bambino che ha bisogno di un regime dietetico particolare, deve incontrare - previo accordo telefonico - la dietista dell'Ufficio Territoriale della Ristorazione; presentare un certificato medico che indica il regime alimentare da seguire; firmare un modulo di richiesta in cui vengono dettagliatamente indicate le prescrizioni dietetiche; comunicare all'Ufficio Territoriale della Ristorazione di competenza ogni variazione di indirizzo, scuola o classe del bambino.

È prevista inoltre la possibilità di richiedere a scuola, la mattina stessa, una dieta leggera (in bianco) di transizione, per la durata massima di 48 ore, anche in assenza di certificato, su richiesta della famiglia.

Menu etico/religioso/culturale: come ottenerlo

C'è anche la possibilità di richiedere menu etici/religiosi/culturali conformi al parere del Comitato Tecnico Scientifico della Ristorazione. Sono previsti:

  • Menu P (esclusione carni suine)
  • Menu Q (eslcusione di tutte le carni rosse e bianche)
  • Menu V (esclusione di tutte le carni compreso il pesce)
  • Menu VEG (esclusione alimenti di origine animale)

Per ottenere questi tipi di menu, la procedura è la stessa della richiesta delle diete speciali, ma al posto del certificato medico, basterà presentare un'autocertificazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iscrizioni scuola dell’infanzia 2020/21 a Genova: date e domanda

  • Università: in Italia nei prossimi anni mancheranno ingegneri, architetti, scienziati e statistici

Torna su
GenovaToday è in caricamento