Digitalizzazione del sistema sanitario: il workshop formativo

Giovedì 18 luglio Alisa ha organizzato, presso la Sala Auditorium del CBA del Policlinico San Martino, un workshop formativo a livello regionale

Favorire l’automazione dei processi di acquisto, risparmiando in termini di costi e tempo, grazie a un flusso automatico e istantaneo: il 1° ottobre 2019 è la data prevista dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per l’avvio del Nodo Smistamento Ordini (NSO), la piattaforma che transiterà gli ordini di acquisto e le risposte che i fornitori del Sistema sanitario nazionale dovranno gestire esclusivamente in formato elettronico. Il passaggio dalla gestione cartacea a quella elettronica prevede infatti l’utilizzo esclusivo da parte degli enti del SSN e delle aziende fornitrici, del sistema di gestione telematico dei documenti degli ordini d’acquisto di beni e servizi.

Giovedì 18 luglio Alisa ha organizzato, presso la Sala Auditorium del CBA del Policlinico San Martino, un workshop formativo a livello regionale per avviare un percorso uniforme tra tutti gli interlocutori coinvolti nel processo di digitalizzazione, al fine di impostare al meglio le attività operative di supporto alle procedure di approvvigionamento di beni e servizi.

Il workshop è una tappa significativa nel percorso di progressivo avvicinamento all’obiettivo di creare le migliori condizioni operative in vista della scadenza prevista per il prossimo 1° ottobre.

Sono intervenuti, tra gli altri, il commissario di Alisa Walter Locatelli, Paolo Trimarchi, dirigente del Ministero dell’Economia e delle Finanze e Nicola Corte, Direttore della SC Bilancio e Ragioneria di Alisa: «Il passaggio alla nuova piattaforma consentirà di verificare in tempo reale l’intero processo di approvvigionamento – commenta Walter Locatelli commissario di Alisa – consentendo, attraverso l’automazione dei processi di acquisto, un risparmio di tempo e risorse anche attraverso il monitoraggio dettagliato dei processi, a garanzia della massima trasparenza degli ordini di acquisto. Il processo di digitalizzazione e standardizzazione che coinvolge la sanità pubblica – conclude Locatelli– permetterà di ottimizzare le fasi principali di public procurement, portando vantaggi per tutta la catena di approvvigionamento, dalle procedure di acquisto a quelle di pagamento. Come in altre occasioni, il sistema sanitario farà da apripista per tutta la Pubblica Amministrazione; è previsto infatti che a seguire tutta la P.A. utilizzi il sistema dell’ordine elettronico».

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, firmato il 7 dicembre 2018 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale, unitamente alle linee guida della Ragioneria di Stato del marzo 2019, stabiliscono le disposizioni di carattere operativo per l’utilizzo della piattaforma a cui dovranno attenersi gli enti pubblici del SSN, i soggetti che ordinano per conto degli stessi, i fornitori e gli intermediari: il decreto prevede, tra l’altro, l’adozione del tracciato XML UBL e l’architettura PEPPOL per gli ordini d’acquisto della sanità pubblica effettuati dal 1° ottobre 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole superiori: le migliori di Genova secondo la Fondazione Agnelli

  • Iscrizione scuola anno 2020/2021: date, modalità scadenze

  • Lavoro e formazione, al via Orientamenti al Porto Antico. Al Career Day 3.700 posti in ballo

  • Boom di lauree online in Italia: vantaggi e facoltà più scelte

Torna su
GenovaToday è in caricamento