"La classe operaia va in paradiso": alla Corte lo spettacolo dal celebre film di Elio Petri

La storia dell’operaio che scopre la coscienza di classe dopo avere perso un dito s’intreccia con le vicende che hanno accompagnato la genesi del celebre film di Elio Petri: è "La classe operaia va in paradiso", di Paolo Di Paolo, al Teatro della Corte dal 23 al 28 aprile 2019.

Venerdì 26 aprile, nel foyer della Corte ore 17,30, per il ciclo I pensieri delle parole “Professione operaio. Storie di precarietà solitudine e sfruttamento in attesa del paradiso” incontro con Maurizio Landini segretario generale della CGIL, Gad Lerner giornalista e conduttore televisivo, Claudio Longhi regista dello spettacolo e gli attori della compagnia. Ingresso libero.

«Alla sua uscita nel 1971 – scrive il regista Claudio Longhi – La classe operaia va in paradiso di Elio Petri riuscì nella difficile impresa di mettere d’accordo gli opposti. Industriali, sindacalisti, studenti, alcuni dei critici cinematografici più impegnati, si ritrovarono parte di uno strano fronte contro il film. E la pellicola non ha così avuto grande fortuna in Italia, nonostante la Palma d’Oro a Cannes e la galleria di stelle presenti, come Gian Maria Volonté, Mariangela Melato e Salvo Randone». Nella versione teatrale, curata da Longhi con lo scrittore Paolo Di Paolo, la storia di Lulù Massa, operaio stakanovista odiato dai colleghi, che perso un dito scopre forse la coscienza di classe, si intreccia con le vicende che hanno accompagnato la genesi del film stesso. Infatti, spiega Longhi «accanto ai grotteschi personaggi della pellicola, si alternano sulla scena il regista Elio Petri e il co-sceneggiatore Ugo Pirro, qualche spettatore e alcune figure della nostra letteratura degli anni Sessanta e Settanta».

È dunque uno spettacolo corale e individuale al tempo stesso, un affresco in cui si intrecciano la vita di due intellettuali, la fabbrica, il contesto socio-economico dell’Italia di allora, evocando anche opere “vicine”, come La ragazza Carla di Elio Pagliarani, del ‘62; Porci con le ali di Lidia Ravera e Marco Lombardo Radice, del 1976; un bel testo di Giuliano Scabia del ‘69 o infine alcune taglienti canzoni di Fausto Amodei.

Sulla scena funzionale di Guia Buzzi, con i video di Riccardo Frati che uniscono documenti storici e sequenze d’oggi, in un cast tutto di giovani, a interpretare il difficile ruolo che fu di Volonté è un bravissimo e appassionato attore come Lino Guanciale.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Stagione 2018-2019 del Politeama Genovese, il cartellone completo

    • dal 20 settembre 2018 al 19 maggio 2019
    • Politeama Genovese
  • Stagione 2018-2019 del Teatro Nazionale di Genova, il cartellone completo

    • dal 2 ottobre 2018 al 28 maggio 2019
  • Stagione 2018-2019 del Carlo Felice, il cartellone completo

    • dal 21 settembre 2018 al 14 giugno 2019
    • Teatro Carlo Felice

I più visti

  • "The Art of the Brick", i capolavori creati con i Lego in mostra al Porto Antico

    • dal 12 marzo al 9 giugno 2019
    • Magazzini del Cotone
  • Stagione 2018-2019 del Politeama Genovese, il cartellone completo

    • dal 20 settembre 2018 al 19 maggio 2019
    • Politeama Genovese
  • "Dragons", il Museo di Storia Naturale ospita 100 rettili (vivi) di tutti i tipi

    • dal 2 febbraio al 24 giugno 2019
    • Museo di Storia Naturale
  • Palazzo Ducale, il programma completo della stagione 2018-2019

    • dal 9 settembre 2018 al 31 agosto 2019
    • Palazzo Ducale
Torna su
GenovaToday è in caricamento