Meteore Orionidi, pioggia di stelle nella notte

Il mese di ottobre prevede il transito di diversi tipi di stelle cadenti: si tratta di meteore, frammenti di roccia provenienti dallo spazio. Anche Facebook ha voluto ricordare l'appuntamento ai suoi utenti

Lo sciame meteorico delle Orionidi raggiunge il suo picco di attività nella notte fra venerdì 20 e sabato 21 ottobre 2017. Anche Facebook ha deciso di ricordare l'appuntamento a chi oggi si collega al social network.

Occorrerà attendere il momento di massima oscurità, affinchè la luce della luna non sia di intralcio alla vista di queste meteore, che traggono origine dai residui lasciati dalla cometa di Halley nei suoi passaggi vicino al Sole. 

Le Orionidi ogni anno in questo periodo ci regalano lo stesso spettacolo delle Perseidi nella notte di San Lorenzo. Il mese di ottobre prevede il transito di diversi tipi di stelle cadenti: si tratta di meteore, frammenti di roccia provenienti dallo spazio che a contatto con l'atmosfera si infiammano lasciando dietro la scia luminosa che tutti vediamo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le Orionidi, note anche come stelle cadenti d'autunno, vengono chiamate così perché le scie luminose che le caratterizzano si aprono a ventaglio a nord della seconda stella più luminosa della costellazione di Orione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Marijuana per tutti i gusti, giovane in manette a Sestri

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

  • Coronavirus, l’infettivologo Bassetti: «Primo tempo sta per finire, prepariamoci al secondo»

Torna su
GenovaToday è in caricamento