Il Liggia ospita gli Asuma Brazilian 4et

Di tempo, da quel lontano 2006 che li ha visti nascere, ne è passato e oggi i torinesi Asuma Brazilian Quartet rappresentano una sezione significativa del jazz brasiliano made in Italy.

Stupiscono per la loro versatilità stilistica, che non vuole essere un banale accostamento delle influenze più svariate ma il segno preciso di una capacità di sintesi storica che unisce musicalmente il Brasile al jazz europeo in una organizzazione narrativa di altissima concezione.

Ce ne parla Enzo Antonicelli, voce del quartet, che sottolinea subito quanto sia sempre stata necessaria la libertà, senza alcuna limitazione alle singole discrezionalità espressive: “una volta intuito che i nostri 4 differenti mondi di provenienza musicale potevano creare un'amalgama affidabile, creativa e solida abbiamo cercato di marcare un'identità precisa che accomunasse la tradizione brasiliana alla cultura musicale di matrice europea, quella che ha contraddistinto ai tempi la nostra formazione accademica, con un'estetica del jazz che fosse trasversale e assolutamente libera per lasciare all'ascoltatore una porta all'immaginazione sempre aperta...”

In effetti, ascoltandoli, è immediato il coinvolgimento in una continua e vorticosa alternanza di impasti timbrici, vigorosi e rarefatti, e che per via di una spiccata vocazione melodica regalano seduzioni da brividi a pelle.
L'elenco degli autori brasiliani scelto è ricco e singolare: poco Jobim, audace la versione di Insensatez e una Garota in slowsoft jazz, e tanta contemporaneità come Ivan Lins, Maria Rita, figlia della straordinaria Elis Regina, Arlindo Cruz, Lenine, Djavan, Barreto e Milton Nascimento, la cui Cravo e Canela chiude il loro live con una versione energica ed imponente.

Del rapporto con la nostra regione ligure Antonicelli prosegue: “... siamo molto legati alla Liguria e le dobbiamo molto. Circa 10 anni fa Genova è stata la prima città, al di fuori dei confini piemontesi, in cui abbiamo suonato. L'occasione fu un concerto al Louisiana Jazz Club e non dimenticheremo mai la fiducia e l'accoglienza ricevuta da tutto lo staff (tutti musicisti straordinari), in particolar modo quella di Francesco Lamberti che oggi purtroppo non c'è più ma siamo certi stia continuando a fare musica lassù e a vegliare sulla sua amata Genova.

E poi quando suoniamo a Genova cerchiamo di immaginare che, chiudendo gli occhi e affidandosi alla fantasia, si possa partire dall'infinito orizzonte del mar Ligure per arrivare alle coste brasiliane, già solo per la seducente inflessione dialettale del genovese che ricorda molto la lingua verde-oro.”

Asuma Brazilian Quartet: Enzo Antonicelli, 49 anni, alla voce, Massimiliano Simini, 52 anni, alla batteria, Fabio Gorlier, 38 anni, al pianoforte e Alessandro Fassi, 51 anni, al basso elettrico saranno in concerto venerdì 31 maggio 2019 al Liggia Pub & Music House di Via Gerolamo Gaslini 10 a Genova. Inizio concerto ore 21,30. Prenotazioni al 327 7169199.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

  • Charity Party del Rotaract Club Genova Nord-Nord Ovest

    • dal 24 al 25 gennaio 2020
    • 518 Cocktail & Restaurant

I più visti

  • Mostra di Banksy a Genova: "War, Capitalism & Liberty"

    • dal 22 novembre 2019 al 20 marzo 2020
    • Palazzo Ducale
  • Torna l'Hogwarts Express, il treno di Harry Potter: l'appuntamento di gennaio 2020

    • dal 18 al 19 gennaio 2020
    • Stazione del Trenino di Casella
  • Cinepassioni, storie di immagini e collezionismo alla Loggia della Mercanzia

    • dal 13 aprile 2017 al 31 gennaio 2020
    • Loggia della Mercanzia
  • La ruota panoramica torna a calata Gadda, e i genovesi pagano la metà per l'inaugurazione

    • dal 10 novembre 2018 al 3 maggio 2020
    • Porto Antico
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    GenovaToday è in caricamento