La leggenda della "paxe de Natale" di Savignone

Gli abitanti, molto litigiosi, sospendevano le ostilità il 25 dicembre e si godevano il Natale insieme, incredibilmente senza malumori

Tra le leggende liguri legate al Natale, ce n'è una particolarmente curiosa: è la "paxe de Natale" di Savignone.

In questo piccolo paesino, che oggi conta poco più di 3mila abitanti, si dice che un tempo gli abitanti della frazione delle Gabbie Alte fossero costantemente in guerra. Liti che duravano da generazioni, causate da nonni e bisnonni, tanto che a volte le origini dei dissapori erano così antiche che non si conoscevano neppure. Ma bastava un nonnulla per scatenare risse e faide, tra famiglie, ma anche all'interno degli stessi nuclei.

Tranne a Natale: il 25 dicembre, la "paxe de Natale", era una sorta di armistizio per cui tutti fingevano - per una volta l'anno - di andare d'amore e d'accordo. O forse andavano davvero d'amore e d'accordo, mentre nei restanti giorni fingevano di litigare per questioni più di principio (legate magari a dissapori tra antenati) che di fatti reali.

Insomma, a Natale le famiglie si ospitavano per pranzo e cena, e tutti gli invitati portavano con loro provviste di qualità e vini pregiati, trascorrendo la giornata ridendo e scherzando insieme. Qualcuno parla del potere della nascita di Cristo per spiegare questo fenomeno, anche perché già a Santo Stefano a Gabbie Alte si ricominciava a litigare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

Torna su
GenovaToday è in caricamento